Serie A: il Cagliari pareggia con onore con la Lazio 0-0

La squadra rossoblù dopo un primo tempo attento e coperto ha mostrato  nel secondo tempo grinta e voglia di vincere che per un pelo non gli ha portato i tre punti. La Lazio è calata vistosamente e nella ripresa   deve ringraziare un po’ la  fortuna se non ne è uscita sconfitta  

di Sergio Atzeni

Allo Stadio Sant’Elia un Cagliari  coperto affronta la Lazio,  sardi senza Borriello e Barella, perché infortunati, . al centro   Padoin,   confermato il 4-3-1-2 con Ionita alle spalle di Joao Pedro e Sau. Inzaghi punta  al  4-3-3 con davanti il tridente formato da Felipe AndersonKeita e Immobile.

Un primo tempo soporifero con nessuna occasione da rete, i rossoblu abbastanza coperti controllano la Lazio per evitare di subire goal a raffica.

Al 9° si  Infortuna Dessena, capitano del Cagliari, dopo un contatto con Parolo. Al suo posto entra Faragò,  19° Immobile, in area, tira da posizione difficile ma  pallone debole, controllato da Rafael. Il Cagliari mostra di controllare agevolmente  la Lazio che non gioca in velocità anche se  al 28° Keita con rapidità  supera  Faragò che lo trattiene e viene ammonito.   Al 29°  su calcio d’angolo, Hoedt stacca di testa, Immobile non riesce a controllare e il pallone arriva a Rafael. Il Cagliari controlla e si affaccia poco sul fronte di attacco ma chiude gli spazi e la Lazio mostra difficoltà. 43°,  il  pallone recuperato da Felipe Anderson, arriva in  area a  Keita che conclude: chiude in angolo un difensore del Cagliari.

Secondo tempo

Al 2° Keita va in slalom e calcia in  corner,  tira  Biglia, la difesa allontana e Felipe Anderson tira da fuori di poco a lato. Al 3° i rossoblù  in avanti con  una punizione che   batte Tachtsidis che cerca Joao Pedro, corner. Nulla di fatto dalla bandierina ma è un  Cagliari diverso dal primo  tempo perché ora attacca con raziocinio.

Al 6° Faragò tira  dal limite in bocca al  portiere che blocca, subito dopo Keita in area serve Parolo con il tacco, angolo. Al 15°  occasione per la Lazio che  riparte veloce,   Anderson calcia ma Rafael salva. Al  17° i rossoblù guadagnano  un calcio d’angolo. Joao Pedro dalla bandierina, ancora una deviazione della Lazio. Dall’angolo va ancora Joao Pedro, ma niente di fatto. Al 21′ entra   Farias per Sau, e da qui il Cagliari diventa più incisivo con  la fantasia del brasiliano che si mostra  una spina nel fianco della difesa avversaria. Faragò al 25° perde malamente un palla  e la  Lazio riparte veloce con Immobile bloccato però da Pisacane.

Dal  32°  il Cagliari va avanti con convinzione e arrivano  molti tiri con  Tachtsids, Farias e Joao Pedro.  una squadra sarda  diversa che mostra  freschezza fisica anche nei contrasti mentre la Lazio pare un po’ stanca. Al 36° grande occasione per i rossoblù  con  Padoin che riceve in area a due passi dal portiere laziale  e tira un diagonale sbilenco a lato. 41°  , esce  Pisacane che accusa un problema forse muscolare  ed entra Salamon.

Il Cagliari  sembra scatenato e al  42° Farias  cade in area e chiede il rigore ma per  l’arbitro tutto regolare, al 44° ancora Farias ha l’occasione importante   ma viene  bloccato al limite dell’area. Dopo 4 minuti di recupero nel quale è il Cagliari  a mostrare di voler prendersi i tre punti, la partita finisce.   Dopo un primo tempo dunque  accorto e attento a non concedere spazi alla Lazio nel secondo tempo i rossoblù hanno mostrato grinta e impegno e hanno messo in difficoltà la squadra romana  che deve ringraziare Padoin che ha sprecato un goal facile facile.

 Cagliari-Lazio 0-0

CAGLIARI (4-3-1-2): Rafael; Isla, Pisacane (dall’86’ Salamon), B. Alves, Murru; Dessena. (dal 9′ Faragò), Tachtsidis, Padoin, Ionita; João Pedro, Sau  (dal 67′ Farias). A disposizione: Colombo, Crosta, Gabriel; Miangue, Salamon; Di Gennaro, Faragò; Farias, Han.

Allenatore: Rastelli.

LAZIO (4-3-3): Strakosha ; Basta  (dall’80’ Patric s), de Vrij, Hoedt, Radu  (dal 66′ Djordjevic); Parolo, Biglia, Lulic; Felipe Anderson, Immobile, Keita (dal 71′ Luis Alberto)  A disposizione: Vargic, Adamonis, Patric, Wallace, Lukaku, Mohamed, Crecco, Murgia, Lombardi, Luis Alberto, Djordjevic.

Allenatore: Inzaghi.

ARBITRO: Guida di Torre Annunziata

 

 

Commenta!

3 × quattro =