“I giurati” in scena ad Elmas

di Paolo Piu


Le cose non sono come appaiono!
Questo potrebbe essere il sottotitolo della pièce teatrale “I giurati”, presentata dalla compagnia Talenti
Stravaganti, il laboratorio emozionale di arte e tecnica, che il 6 luglio ha portato sul palco del teatro
Maria Carta di Elmas la rappresentazione tratta dal film “La parola ai giurati” di Sydney Lumet. L’opera
mette in scena le nevrosi quotidiane che si riflettono nel comportamento e nelle emozioni della gente
comune, le quali scaricano senza pietà su un imputato ingiustamente accusato di omicidio, considerato il
capro espiatorio dei loro conflitti personali irrisolti, fino a decretarne la colpevolezza, attraverso un’analisi
superficiale che non vuol riconoscerne l’innocenza, condannando nell’imputato le proprie tensioni e
traumi mai risolti. Ma un sassolino posto nell’ingranaggio del sistema riesce pian piano a sovvertire il
giudizio quasi unanime dei giurati.
Tassello dopo tassello viene ricostruita la verità dei fatti accaduti, dimostrando l’impossibilità del delitto
così come ricostruito nell’aula del tribunale e l’inattendibilità dei testimoni oculari. Riconoscendo in tal
modo l’innocenza dell’imputato e scagionandolo da una condanna che lo avrebbe condotto a una sentenza
di morte.
Grazie all’impegno e alla bravura del regista, i 12 attori sul palco, alcuni alla loro prima esperienza
teatrale, hanno dimostrato il loro talento artistico sfoderando una grinta mista al vissuto emotivo
personale, che hanno coinvolto emotivamente il pubblico presente in sala. Uno scroscio di applausi e
ovazioni ha reso onore alla bravura e all’impegno scenico di questi giovani talenti.

Commenta!