A Cagliari la mostra fotografica itinerante sulla diaspora russofona

di Massimo Dotta

Parte da Cagliari per poi proseguire in numerosi centri dell’Isola, la mostra fotografica “La diaspora russofona e ortodossa in Sardegna – ponte fra oriente e occidente”.

Costruita come un percorso virtuale attraverso 16 foto e 6 pannelli descrittivi, la mostra ci conduce in un viaggio esplorativo all’interno di una delle diaspore più presenti e integrate nel tessuto sociale regionale.

La mostra è nata  grazie alla collaborazione dei fotografi impegnati nel sociale Renato D’Ascanio TiccaMarina MakovaDietrich SteinmetzEugenia Sukhina, che da tempo sono dei punti di riferimento nella ripresa e divulgazione di immagini che documentano i molteplici aspetti della vita sociale e culturale della nostra Isola.

Sono oggi tante le nazionalità dei paesi slavi e russofoni presenti in Sardegna: Ucraina, Russia, Belarus, Moldova, Georgia, Armenia ed altre ancora. E queste comunità sono unite da radici culturali e, a volte, linguistiche e religiose comuni, e sono fortemente integrate nel tessuto sociale del nostro paese.

La mostra ci farà vedere ricorrenze religiose e civili, momenti di aggregazione e divulgazione alle quali, anche in Sardegna, la diaspora non ha rinunciato, rendendole così un patrimonio per l’intera comunità locale, e dando vita ad un vero e proprio scambio socioculturale consolidato nel tempo.

La mostra, ideata da Giuseppe Carboni, elaborazione grafica Monica Secci, è organizzata dall’Associazione Cittadini del Mondo OdV-ETS con il sostegno della Fondazione di Sardegna. Alcune delle tappe in programma si realizzano sotto la direzione artistica della D.ssa Alessandra Sorcinelli in sinergia con eventi socio-culturali.

L’inaugurazione, di questa questa itinerante, avverrà a Cagliari Venerdì 11 Giugno alle ore 10:00 presso il Caffè 900 in Via Domenico Millelire n°4, all’interno della manifestazione culturale “E state al 900”. In questa occasione, la D.ssa Alessandra Sorcinelli, organizzatrice di eventi culturali, dialogherà con i fotografi, ideatori della mostra, rappresentanti della Caritas e della Chiesa Ortodossa, esponenti della diaspora russofona fra i quali la D.ssa Olesya Gamotina della Consulta Regionale dell’Immigrazione e la D.ssa Olga Izofatova operatore dell’Associazione Cittadini del Mondo. Porterà i saluti l’Assessore Comunale delle attività produttive, turismo e promozione del territorio Alessandro Sorgia.

Molte le tappe di prossima definizione a Baunei, Castelsardo, Seulo, Alghero e altre città ancora, mentre è già in calendario la prossima tappa ad Arzachena, il 26 e 27 giugno con ingresso libero nell’ambito del Festival Internazionale “Gianni Corda & Friends”, sotto la direzione artistica di Alessandra Sorcinelli,  evento artistico culturale contenitore polivalente con mostra di arte contemporanea, premio letterario internazionale, concorso poetico, estemporanea di pittura, presentazione di libri, un intensa kermesse artistica nella splendida location di “Li Muri” nel cuore della Gallura più autentica.

Commenta!

4 × tre =