Cento Porti: Romano Sauro in  visita al Palazzo Civico di via Roma

Guido Portoghese ha ricevuto Romano Sauro In occasione della tappa sarda dell’iniziativa “100 porti”

redazione

In occasione della tappa sarda dell’iniziativa “100 porti”, il contrammiraglio Romano Sauro ha fatto visita questa mattina al Palazzo Civico di Via Roma accolto dal presidente del Consiglio Comunale Guido Portoghese. L’attuale Commissario Straordinario della Lega Navale Italiana ha colto l’occasione per illustrare l’iniziativa della quale lui stesso è protagonista, con un giro in barca a vela che toccherà cento porti in Italia e qualcuno anche all’estero, oltre che per presentare il libro dedicato allo zio: “Nazario Sauro, Storia di un marinaio” il cui ricavato verrà interamente devoluto in beneficenza.

“E’ una visita particolarmente gradita – ha spiegato il presidente Portoghese – perché Cagliari si sta caratterizzando per le attività nautiche in generale e soprattutto per quelle veliche. Non è un caso che, seppure poi non si sia concretizzata, la nostra città fosse stata scelta come sede degli sport velici per le Olimpiadi di Roma 2024. Nonostante la candidatura sia stata ritirata, il lavoro fatto dall’Amministrazione per definire il dossier, resta e verrà sfruttato, così come rimane indelebile il riconoscimento che è stato fatto a Cagliari”.

I progetti in cantiere sono diversi e Guido Portoghese ci ha tenuto ad illustrarne qualcuno ai rappresentanti della Lega Navale ospiti nel suo ufficio. “Vogliamo dare seguito ai progetti ambiziosi che erano legati alle Olimpiadi, valorizzando sempre più la città verso questi sport con particolare attenzione a Marina Piccola che nelle nostre intenzioni dovrà diventare il Polo della Vela”.

Programmi che hanno catturato l’attenzione di Romano Sauro, sempre pronto a dedicarsi a nuove sfide. Così come sta facendo ora a bordo di “Galiola III”, uno sloop di nove metri, che lo sta conducendo in giro per l’Italia. “Il viaggio – ha confermato Sauro – è iniziato a ottobre 2016 e si concluderà a ottobre di quest’anno dopo aver toccato cento porti. La nostra intenzione, così come l’obiettivo della Lega Navale, è quella di dare una mano nel sociale, nel campo dell’ambiente marino e alla scuola, con una serie di iniziative che avvicinino soprattutto i giovani al mare”.

Undici, quelli isolani, che tra gennaio e febbraio verranno toccati dall’iniziativa griffata Lega Navale Italiana, sempre attenta alla Sardegna e soprattutto a Cagliari visto che il capoluogo isolano è stato tra i soci fondatori dell’Associazione.
Un mondo che si è allargato fino a comprendere sedici sezioni e tremila iscritti solo in Sardegna, mentre in Italia sono duecentosessanta le sezioni che comprendono oltre sessantamila soci.

 

Commenta!

17 − 14 =