“Pane sporco” presentazione a Pula di un libro di grande attualità

a cura della redazione

Nella foto da sinistra: il presidente del CSV Sardegna Solidale, Giampiero Farru, il Magistrato Gilberto Ganassi, il Presidente della Caritas, Don Marco Lai, l’autore del libro Vittorio V. Alberti. la Sindaca di Pula Carla Medau, il neo Prefetto di Cagliari Romilda Tafuri, Il Comandante Provinciale dei Carabinieri Luca Menniti, il Vice Questore di Cagliari, Alfonso Polverino.

A Pula si è parlato di … PANE SPORCO
Combattere la corruzione e la mafia con la cultura

In occasione della presentazione del Libro di Vittorio V. Alberti

Mercoledì 25 luglio 2018 alle ore 21 a Pula in piazza Chiesa San Giovanni Battista, insieme all’autore Vittorio V. Alberti, isono intervenuti la sindaca di Pula Carla Medau, il magistrato Gilberto Ganassi, la neoprefetta di Cagliari Romilda Tafuri, il Colonnello dei Carabinieri Luca Menniti, comandante provinciale dei carabinieri di Cagliari, il parroco don Marcello Loi, il Comandante della stazione dei Carabinieri di Pula e il responsabile della Caritas diocesana di Cagliari Don Marco Lai, il nuovo vice questore vicario della Questura di Cagliari, Alfonso Polverino e il rappresentante del Corpo della Guardia di Finanza

In “Pane sporco. Combattere la corruzione e la mafia con la cultura” Vittorio V. Alberti affronta alla radice la piaga originaria che a suo avviso consuma la società italiana e mina alle basi qualunque prospettiva di progresso civile: una non-cultura che disprezza il merito, la riflessione, la ricerca della bellezza in nome di miopi interessi personali o di gruppo. È contro la cultura della mafia e della corruzione che è indispensabile battersi, come sostengono nel saggio introduttivo il procuratore della Repubblica di Roma Giuseppe Pignatone, e nella postfazione il fondatore dell’associazione Libera don Luigi Ciotti.

“La corruzione e la mafia sono simboli maledetti di questa grande corruzione culturale, sono bruttezza. Per ricucire un futuro la strada è nel passato, nel nostro patrimonio, che è bellezza. Ecco l’idea: la potenza culturale italiana per combattere la corruzione e le mafie. Il patrimonio di intelligenza e bellezza, che è il nostro valore, la nostra identità, è nostro e nessuna forza oscura può togliercelo a meno che non glielo lasciamo fare, come spesso avviene per nostra colpa” spiega Alberti.

Particolarmente apprezzato l’intervento del Neo Prefetto di Cagliari Romilda Tafuri che ha voluto far coincidere la sua partecipazione alla presentazione di questo libro con la sua prima uscita ufficiale come nuovo Prefetto.

 

Commenta!

due × 5 =