Regione: 400 mila euro per il  finanziamento delle Unioni di Comuni capofila dei progetti di programmazione territoriale

È un provvedimento inserito nella Finanziaria 2017 a sostegno dell’associazionismo, in particolare di quei Comuni che stanno svolgendo un ruolo importante nella programmazione territoriale

 redazione

Approvati dalla Giunta, nella seduta di ieri, requisiti e criteri per il riparto dello stanziamento di 400 mila euro destinato al finanziamento delle Unioni di Comuni capofila dei progetti di programmazione territoriale. Tali progetti devono rientrare nella strategia del Programma regionale di sviluppo 2014-2020 ed essere attuati da Unioni di Comuni associate fra loro, il cui Accordo di programma quadro sia stato firmato entro la data di entrata in vigore della legge di stabilità 2017. Un terzo delle risorse è assegnato sulla base del numero delle Unioni associate, i due terzi rimanenti sulla base della popolazione residente nel territorio interessato.

“È un provvedimento inserito nella Finanziaria 2017 – ricorda l’assessore degli Enti locali Cristiano Erriu – a sostegno dell’associazionismo, in particolare di quei Comuni che stanno svolgendo un ruolo importante nella programmazione territoriale”.

Con la stessa delibera, sempre su proposta dell’assessore Erriu e sentito il parere della Conferenza permanente Regione-Enti locali, è stata approvata l’assegnazione di un contributo di 200mila euro da suddividere tra i Comuni di Cagliari, Quartucciu, Elmas e Monserrato per la regolarizzazione ipocatastale di numerosi immobili. In questo caso si tratta di vecchie questioni amministrative tra il capoluogo e le sue tre ex frazioni, causate dalla mancata attuazione delle disposizioni delle leggi regionali relative alla loro costituzione in Comuni autonomi. Il 40 per cento del contributo è destinato al Comune di Cagliari mentre il restante 60 per cento viene ripartito in parti uguali tra Quartucciu, Elmas e Monserrato.

Commenta!

sedici − dodici =