Regione, Turismo: 6,7 milioni per  manifestazioni turistiche ai comuni sardi sotto i 5 mila abitanti

I bandi finanzieranno i grandi eventi identitari, religiosi, culturali e sportivi inseriti nel cartellone generale triennale e le manifestazioni di grande interesse turistico con una quota di 500 mila euro destinata ai Comuni sotto i 5 mila abitanti

 di Sergio Stani

6,7 milioni disponibili per le manifestazioni di grande interesse turistico, con una quota di 500 mila euro destinata ai Comuni sotto i 5 mila abitanti per l’animazione territoriale. L’assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio ha pubblicato oggi l’avviso per la richiesta di contributi in favore di manifestazioni di interesse turistico previsti dalla legge regionale 7/55. Le risorse riguardano l’annualità 2017, secondo i requisiti e i criteri fissati dalle delibere di Giunta del 23 maggio e del 20 giugno scorsi. Gli organizzatori di eventi che rappresentino un interesse quali attrattori turistici in grado di qualificare l’offerta e diversificare i flussi nell’arco dell’anno e su tutto il territorio, hanno tempo sino a venerdì 4 agosto per inoltrare l’istanza di contributo.

I cartelloni. I bandi finanzieranno i grandi eventi identitari, religiosi, culturali e sportivi inseriti nel cartellone generale triennale e le manifestazioni di grande interesse turistico comprese nei cartelloni tematici 2017 (spettacolo e cultura; manifestazioni folkloristiche e tradizionali; turismo enogastronomico; artigianato artistico e tradizionale; turismo religioso; sport; turismo M.I.C.E.). Una quota di 500 mila euro è destinata al cartellone unico degli eventi che abbiano una valenza di animazione territoriale a supporto dello sviluppo turistico di territori con popolazione non superiore ai 5.000 abitanti.

Graduatorie e vincoli. Ciascuna istanza riceverà un punteggio, sino a un massimo di 100 (120 per gli eventi sportivi), sulla base del quale sarà stilata la graduatoria degli idonei. La valutazione si effettuerà tenendo conto di parametri e premialità indicati nel bando. La Giunta ha fissato al 30% la percentuale unica di cofinanziamento obbligatorio per tutte le manifestazioni supportate dal contributo regionale e ha vincolato il 25% dell’importo erogato a investimenti in materia di promozione e comunicazione.

 

Commenta!

16 − undici =