Riformatori: “Fontane a Cagliari malfunzionanti, asciutte o  trasformate in immondezzai”

Spara a zero il Consigliere Comunale dei Riformatori Raffaele Onnis sullo stato delle fontane del capoluogo e presenta un’interrogazione  in merito

redazione

 

Questo che segue il comunicato di Raffaele Onnis:

Oltre che per il suo mare, gli stagni e le lagune che la circondano, Cagliari potrebbe essere bellissima anche per quelle fontane che arredano e abbelliscono i nostri spazi pubblici” –  sostiene il Consigliere Comunale dei Riformatori Raffaele Onnis.

“Queste svolgono un importantissimo ruolo di arredo e decoro urbano della nostra città, migliorando l’immagine da un punto di vista turistico e la godibilità e fruibilità dei luoghi, dando un senso di refrigerio nei periodi più caldi e una sensazione piacevole con il rumore dell’acqua scrosciante.

Peccato che nonostante l’amministrazione in questi sei anni abbia deciso di riqualificare tre piazze, nessuna nuova fontana è al momento prevista e quelle già presenti in città negli ultimi anni sono state tutte malfunzionanti, asciutte o con acqua stagnante maleodorante e peggio ancora trasformate in immondezzai. Le fontane richiedono una manutenzione attenta e puntuale per mantenerle pulite ed in piena efficienza. La mancanza di una corretta manutenzione porta in breve tempo a un rapido deterioramento della fontana e degli impianti. Deve essere eseguita da personale competente che conosca bene come funzionano tutti gli elementi che la compongono e che possa intervenire correttamente.”

Per questo motivo il Consigliere Raffaele Onnis ha presentato un’interrogazione firmata anche dal compagno di banco Giorgio Angius rivolta al Sindaco e alla Giunta dove chiede:

 

  • Per quale motivo non si è pensato di arredare i nuovi spazi che si stanno riqualificando in questi anni come Piazza Garibaldi, Piazza San Michele e Piazza delle Aquile con la realizzazione di nuove fontane e se non ritengano utile l’inserimento di queste in corso d’opera, visto il perdurare dei lavori e la possibilità di intervenire adeguando i progetti con la loro realizzazione.
  • Quali siano le motivazioni per cui in questi ultimi anni le fontane siano state oggetto di carente manutenzione, malfunzionanti, asciutte o piene di acqua stagnante maleodorante
  • Quali siano gli intendimenti che si intendono adottare per risolvere questa annosa situazione
  • Quale sia la spesa di cui l’amministrazione si è fatta carico negli ultimi 6 anni per la loro manutenzione e quale sia la spesa da affrontare per la loro riattivazione.
  • Se non ritengano indispensabile dotarsi di strumenti per la movimentazione dell’acqua e di formare del personale con le competenze tecniche proprie dei fontanieri che rendano affidabile, autonoma ed economica la loro gestione.

 

Commenta!

venti − 13 =