Rubrica,  Cagliari: “Una strada, un personaggio,  una Storia” – Largo Patrizio Gennari

Ogni settimana parleremo di una strada di Cagliari raccontando  la storia del personaggio a cui è dedicata. Si   potranno scoprire così   le persone,  molte volte sconosciute, legate alla storia di Cagliari  o Italiana tramite la loro biografia

di Jessica Orrù

Largo Gennari è compreso tra via Pierluigi da Palestrina e Piazza Padre Pio nel quartiere di Genneruxi, in quel punto troviamo anche una delle fermate della metro cagliaritana,  ed è dedicato a Patrizio Gennari che è stato un botanico di prestigio e una figura importante del risorgimento italiano.

Egli nacque a Moresco (attuale provincia di Fermo, Marche) il 24 Novembre 1820. Studiò discipline mediche a Macerata, e si laureo nel 1842 a Bologna. Tornato nelle Marche, ottenne la cattedra di Botanica presso l’università di Macerata, dove rimase fino al 1848.

Fu nominato anche membro del collegio medico-chirurgico di Macerata, e proprio in questi anni iniziò a dedicarsi con passione alle ricerche e allo studio della flora appenninica, con frequenti escursioni sulle montagne per scoprire fiori e piante sconosciute.

Allo scoppio della prima guerra d’indipendenza nel 1848 lasciò famiglia, cattedra e studi e si arruolò nella Legione Romana portando con sè anche un gruppo di suoi studenti. Prese parte al combattimento di Vicenza e Monteberico dove fu gravemente ferito. Ciò non gli impedì un forte attivismo durante la repubblica romana. Quando il papa Pio IX fuggì a Gaeta Gennari fu eletto deputato della costituente romana come rappresentante dei collegi di Fermo e Macerata.

Proclamata la repubblica combatté in sua difesa, e quando venne restaurato il governo pontificio torno a Moresco. Per non cadere vittima della restaurazione fu costretto a lasciare Macerata e a riparare a Genova nello stato Sabaudo. A Genova collaborò con il botanico De Notaris che nel 1857 propose la sua nomina alla cattedra di storia naturale dell’università di Cagliari.

Gennari  presso l’università del capoluogo ricoprì importanti cariche accademiche: fu direttore della scuola di farmacia, Preside della facoltà di scienze matematiche, fisiche e naturali e dal, 1872 al 1875, rettore dell’università.

Dal 1857 al 1869 effettuò numerose esplorazioni in varie parti della Sardegna raccogliendo numerosi campioni di piante che, oltre a costituire la base del museo Erbario dell’università di Cagliari, arricchirono la collezione degli exsiccata provenienti dalla Sardegna presso l’erbario centrale italiano di Firenze.

Al periodo sardo si riferisce la maggiore attività di studi e ricerche botaniche di Patrizio Gennari, che diede alle stampe il frutto di un così meticoloso e ampio lavoro. Isocteographia italiana è del 1896 e Flora di Caprera del 1870. All’università di Cagliari Patrizio Gennari si impegnò per l’ampliamento dei laboratori scientifici ma soprattutto per la fondazione dell’orto botanico che fu inaugurato il 15 novembre del 1866. L’orto botanico di Cagliari per importanza scientifica e modello organizzativo è uno dei più importanti d’Italia.

Gennari morì a Cagliari il 1 Febbraio 1897.

 

 

Commenta!

tre × 4 =