Sassari: 2a edizione di ICE Export Lab Sardegna, il percorso formativo per le piccole e medie imprese

 Lo scopo è aiutarle a sviluppare le conoscenze e competenze tecnico-manageriali con l’obiettivo di accrescere il business e la competitività sui mercati esteri. La proficua collaborazione tra Regione Sardegna ed ICE Agenzia iniziata nel 2016, e che continuerà fino a tutto il 2019

 redazione

Assessorato dell’Industria e Agenzia ICE danno vita alla seconda edizione di ICE Export Lab Sardegna, il percorso formativo destinato alle piccole e medie imprese isolane per aiutarle a sviluppare le conoscenze e competenze tecnico-manageriali con l’obiettivo di accrescere il business e la competitività sui mercati esteri. La proficua collaborazione tra Regione Sardegna ed ICE Agenzia iniziata nel 2016, e che continuerà fino a tutto il 2019, è un esempio di “best practice” concreto ed efficace nel supporto all’internazionalizzazione.

ICE Export Lab Sardegna, finanziato dall’Assessorato Industria, è attuato dall’Agenzia ICE grazie ai suoi prodotti di formazione professionale brevettati e a iniziative di supporto all’internazionalizzazione ormai ampiamente collaudate: seminari, corsi brevi, consulenze personalizzate, B2B. Tutti interventi formativi finalizzati a dotare le imprese dei necessari strumenti per accrescere le capacità imprenditoriali degli addetti export e a rendere le aziende partecipanti più competitive.

La seconda edizione vede impegnate a Cagliari e a Sassari 50 imprese manifatturiere regionali interessate a sviluppare il loro potenziale ancora inespresso nei mercati esteri di riferimento: in Aula a Cagliari, in collaborazione con Centro Servizi per le Imprese della Camera di Commercio di Cagliari, e in Aula a Sassari, in collaborazione con il partner locale Confindustria Centro Nord Sardegna. Le aziende coinvolte nei due corsi affronteranno un percorso che si articola in 3 fasi: formazione in Aula con esperti della Faculty ICE, affiancamento in azienda per orientare le imprese nella scelta dei mercati esteri più adeguati e incubazione all’estero con l’obiettivo di rendere operativo il progetto di penetrazione del mercato prescelto, grazie all’intervento dell’ampia rete di Uffici ICE all’estero.

“Le buone pratiche premiano sempre. E il lavoro svolto insieme all’Agenzia ICE ne è la prova”. Questo è il commento dell’assessora dell’Industria, Maria Grazia Piras. “L’Export Lab 2 è un altro tassello che va a irrobustire le azioni che da oltre tre anni stiamo portando avanti per sostenere le imprese sarde e consentire ad alcune delle eccellenze dell’isola di farsi conoscere e apprezzare fuori dai confini regionali. Gli ultimi dati sull’export sono confortanti e riteniamo che ciò sia anche per merito delle politiche attuate dalla Regione”. “La collaborazione tra Regione Sardegna e Agenzia ICE – afferma Adele Massi, Dirigente dell’Ufficio Servizi formativi dell’Agenzia ICE – si è rivelata vincente; le parti coinvolte lavorano in sinergia per raggiungere un obiettivo comune: innescare un processo virtuoso di crescita del territorio e il fatto che nella prima edizione di Export Lab Sardegna una dozzina di aziende sarde abbiano sviluppato importanti collaborazioni con operatori esteri è un risultato che va nella giusta direzione”.

Commenta!

quattro − 3 =