Trapianti: sono 153 i pazienti in attesa  nell’isola  

Giornata nazionale per la donazione degli organi domenica 28 maggio. In  Sardegna sono 153 i pazienti in attesa di un trapianto di cui  119 per un nuovo rene, 15 del fegato, 6 del pancreas e 13 del cuore

 di Antonio Tore

Si è svolta stamattina una conferenza stampa nei locali dell’ATS Sardegna a Cagliari, riguardante la Giornata nazionale per la donazione degli organi che si terrà in tutta Italia domenica 28 maggio. Sono intervenuti Fulvio Moirano, direttore dell’Ats, Francesca Zorcolo, coordinatrice regionale trapianti, Giorgio Piras, direttore dell’Unità di Anestesia e Rianimazion e della Ats-Assl di Oristano.

la campagna di informazione e sensibilizzazione organizzata dall’Azienda per la Tutela della Salute della Sardegna e il Centro Regionale Trapianti si chiama #vivograziealui e sarà illustrata ai cittadini nelle strutture ospedaliere sarde che allestiranno appositi spazi per l’esposizione e illustrazione delle iniziative per una campagna di sensibilizzazione per portare il maggior numero possibile di persone ad esprimere il proprio consenso per donare qualche organo che permetta di dare speranza a tanti pazienti.

Attualmente, in Sardegna sono 153 i pazienti in attesa di un trapianto. Di questi 119 hanno necessità di un nuovo rene, 15 del fegato, 6 del pancreas e 13 del cuore. Nell’anno passato, in Sardegna sono stati effettuati 49 trapianti di rene, 5 di cuore, 39 di fegato, 4 di pancreas oltre a 10 di polmoni prelevati da donatori della Sardegna e trapiantati in altre regioni d’Italia.

Nel 2016 in Sardegna si è verificato un picco positivo nelle donazioni, che ha portato la nostra Regione al quinto posto in Italia, che, proporzionando il numero di donazioni con la popolazione residente, ha comportato una percentuale di donazioni pari al 28,8%. Sempre riferito all’anno scorso, sono state 48 le persone delle quali è stato utilizzato almeno un organo su un potenziale di con opposizioni al prelievo da parte dei familiari delle persone decedute per 13.

E’ proprio sul fronte delle “opposizioni” che è necessario lavorare in sinergia con i Comuni, in quanto solamente 53 su oltre 300 hanno aderito alla convenzione  con la Regione con la quale, all’atto del rinnovo della carta di identità, una persona viene invitata ad esprimere la propria volontà sulla donazione dei propri organi al momento del decesso.

Sono intervenute all’incontro alcune persone beneficiarie di trapianti e rappresentanti di Associazioni di donatori. Tutte le persone hanno testimoniato l’importanza della donazione e il ringraziamento da parte di coloro che hanno potuto proseguire la propria vita grazie al trapianto.

L’iniziativa #vivograziealui ha realizzato un breve spot pubblicitario che può essere visionato al seguente link:

https://youtube.be/SMikzM00Mbk

Commenta!

uno × cinque =