A Sassari apre una sede della Rete dei Diritti della Cgil. Inaugurazione domani 7 luglio alle 17,30

Si discuterà anche di politiche inclusive e antidiscriminatorie del sindacato che confermano l’impegno del sindacato e del mondo del lavoro come parti attive nella crescita culturale e sociale.

di Antonio Tore

Comunicato stampa della Cgil.

Si allarga la rete dei Nuovi diritti della Cgil che, oltre ad avere un dipartimento regionale e l’Ufficio dedicato della Cgil di Cagliari, apre una sede nella Camera del Lavoro di Sassari. L’inaugurazione – domani  alle 17 e 30 nel salone del centenario della Cgil in Largo Budapest 9 – sarà l’occasione per fare il punto sulle politiche antidiscriminatorie del sindacato insieme al responsabile Nuovi diritti regionale e di Cagliari Sandro Gallittu e ai segretari Cgil regionale e territoriale Samuele Piddiu e Francesca Nurra, e sulle prospettive del nuovo Ufficio sassarese, che sarà guidato da Anna Laura Tocco, della Flc Cgil Sassari.

“L’ufficio Nuovi diritti si occupa dei temi della laicità dello stato e della lotta contro le discriminazioni verso le persone gay, lesbiche e trans”, ha spiegato Sandro Gallittu aggiungendo che “la presenza di un nuovo  punto di riferimento  a Sassari rappresenta un passaggio importante nella diffusione delle politiche inclusive a antidiscriminatorie e conferma l’impegno del sindacato e del mondo del lavoro come parti attive nella crescita culturale e sociale di un Paese per certi versi ancora arretrato su queste tematiche, rispetto al contesto europeo e mondiale”.

La Cgil ricorda che i Comuni di Cagliari e Sassari sono stati tra i primi capoluoghi di provincia a istituire il registro delle Unioni civili: “Si tratta di una scelta ­­ – ha detto Gallittu – decisamente all’avanguardia che ha persino svolto un ruolo da apripista alla legge approvata a maggio 2016 ma che deve essere costantemente accompagnata e sostenuta da azioni, dibattiti e momenti di riflessione nei diversi territori, perché l’affermazione dei nuovi diritti fatica ancora ad affermarsi in modo capillare. Da qui il radicamento delle sedi nei territori, a supporto delle azioni già svolte dal sindacato negli ultimi anni, dalla risoluzione di controversie nei luoghi di lavoro fino alle battaglie per arrivare alla legge sulle unioni civili, sulle quali la mobilitazione della Cgil prosegue a sostegno del matrimonio egualitario e della piena parità di tutte le famiglie e delle loro figlie e figli.

Non è un caso, inoltre, che l’inaugurazione dell’Ufficio Nuovi Diritti sia stata fissata proprio il giorno prima del Sardegna Pride che quest’anno si svolgerà sabato proprio a Sassari e che vedrà come sempre la partecipazione di un’ampia delegazione della Cgil. La coincidenza delle date è una ulteriore testimonianza del sostegno del sindacato a tutte le iniziative che hanno come obiettivo la lotta contro le discriminazioni e le battaglie per i diritti.

 

Commenta!

5 + tredici =