Addio a don Sanna: a 86 anni si spegne il don Bosco della Marmilla

di umili origini, don Sanna ha sempre cercato durante il suo sacerdozio di oltre 60 anni, di attirare i giovani seguendo l’esempio di San Giovanni Bosco

di Maria Cristiana Ardu

Una chiesa gremita ha salutato per l’ultima volta don Luigi Sanna, il Sacerdote che, a cavallo tra gli anni 60 e 90, ha speso la sua vita a servizio dei giovani della diocesi di Ales-Terralba,

Nato da una famiglia di umili origini, don Sanna ha sempre cercato nel suo ministero sacerdotale, durato ben 60 anni, di attirare i giovani, sotto l’esempio di San Giovanni Bosco. Nella metà degli anni 60 si occupa della cura dei ragazzi affidati al collegio di Ales e delle colonie di Is Benas e Arborea.

In molti lo ricordano per la sua passione per il cinema, fu infatti uno dei primi sacerdoti, insieme al suo predecessore don Dario Sanna, a portare nel piccolo paese di Morgongiori, di cui era diventato parroco emerito, il cinematografo, potente mezzo di comunicazione, utile come sosteneva lui, all’educazione dei giovani. Non è difficile poterlo immaginare tra i suoi parrocchiani Morgongioresi, distribuire ostie, fumetti e quaderni ai bambini; oppure invogliare i giovani al matrimonio o dare qualche parola di conforto ai più bisognosi.

Ci lascia un uomo di fede e carità cristiana, che nonostante la lunga malattia che lo ha visto spendere i suoi ultimi giorni di vita nel paese natio di Collinas, ha voluto ancora una volta stare accanto alla sua gente a modo suo, salutandola con una accorata preghiera alla Vergine Maria. Don Sanna, confuso per l’emozione e commosso per la vicinanza di tanta gente ha chiesto il perdono per tutti coloro che gli sono stati vicino durante il lungo decorso della malattia, con un accenno particolare per i bambini.

Commenta!

2 − 1 =