Cagliari: ancora tristemente chiuso il bar dell’Oncologico

Un anno non è stato sufficiente per bandire la gara  e fare le ristrutturazioni al locale per adeguarlo alle norme di sicurezza e il bar rimane ancora tristemente sbarrato

 Redazione

 Ormai è passato un anno dalla chiusura del bar dell’Oncologico Businco  e non si sa ancora se riaprirà e quando.

Tutti, in prima linea medici, personale e infermieri che lavorano nell’ospedale, si aspettavano la   gara d’appalto veloce  per assegnare il servizio bar  che è un diritto per coloro che passano delle ore a lavorare dentro quelle mura. Diritto maggiore lo hanno però  i pazienti e i loro familiari, molti dei quali   arrivano fin dalle prime ora del mattino al Businco per sottoporsi  a esami vari giungendo spesso da molto lontano.

Un anno quindi non è stato sufficiente per bandire la gara  e fare le ristrutturazioni al locale per adeguarlo alle norme di sicurezza.

Il servizio bar dovrebbe rientrare tra le tutele della salute tanto sbandierate dalla Regione,  cioè dare ai pazienti i servizi minimi che rendano la loro permanenza in un ospedale,  dove non si cura certo  l’influenza, la più agevole possibile.

Ma quel bar rimane tristemente chiuso da freddi pannelli in truciolato e nessuna sa o conosce quali saranno i tempi di riapertura.

Sempre che si sia deciso che   quel servizio debba essere ancora fornito agli sfortunati che ogni giorno affollano il Businco.

Commenta!

dodici − sei =