Cagliari. Arrestato un 30enne. Conservava hashish nel tubo delle patatine

La droga individuata da un cane delle Guardie di Finanza all’arrivo della nave da Civitavecchia

di Antonio Tore

 

La droga era nascosta nell’auto di un uomo di trent’anni appena sbarcato dalla nave proveniente da Civitavecchia.

Un cane delle unità cinofile delle Fiamme Gialle, in servizio al porto di Cagliari, ha individuato la sostanza che era stata nascosta all’interno di una confezione “a tubo” di una nota marca di patatine fritte.

La scoperta dell’hashish è stata fatta dagli uomini della Guardia di Finanza, nel corso dei controlli giornalieri che vengono effettuati durante le operazioni sbarco dei passeggeri giunti nell’Isola in traghetto.

Il passeggero è stato trovato in possesso di 300 grammi di hashish e per lui è scattato l’arresto immediato. Tre i “panetti” sequestrati, del peso di circa 100 grammi ciascuno che, immessi sul mercato dello spaccio, avrebbero fruttato circa 3.000 euro.

Nel corso delle successive perquisizioni, l’uomo, un 30enne, è stato trovato anche in possesso di un coltello da caccia con lama lunga 11 centimetri.

L’attività di presidio del porto e dell’aeroporto negli ultimi due mesi ha permesso alle Guardie di Finanza di trovare e sequestrare complessivamente 2 kg di cocaina, 50 grammi di marijuana e 40 grammi di hashish.

Complessivamente sono state tre le persone arrestate, mentre altre 13 risultano sotto indagine.

 

Commenta!

dodici + sei =