Cagliari: Ex deposito carburante dell’Aeronautica ancora in abbandono

Più di un anno fa era stato destinato dalla Giunta Pigliaru alle associazioni sarde, un comitato Regione-Osservatorio doveva stabilire i criteri per scegliere le associazioni destinate ad essere ospitate

di Sergio Atzeni

Il presidente Francesco Pigliaru e l’assessore all’Urbanistica Cristiano Erriu si erano incontrati ad ottobre del 2015 con i componenti dell’Osservatorio regionale del volontariato nell’ex deposito di carburante dell’aeronautica militare ai piedi di Monte Urpinu. Avevano una delibera fresca in mano che assegnava alle associazioni sarde quegli spazi e un comitato, Regione-Osservatorio, doveva stabilire i criteri per scegliere le associazioni che avrebbero avuto il diritto di essere ospitate in quella ex caserma.
Il parco copre 15 ettari con edifici per 6.400 metri quadri di superfici coperte da ristrutturare in parte per renderle agibili anche se buona parte dei fabbricati si presenta ancora bene.
I cittadini del quartiere dovevano avere accesso al parco perché il complesso , era stato detto, doveva essere aperto al pubblico, i campi sportivi e l’anfiteatro sarebbero dovuti diventare servizi che il quartiere.

Un anno abbondante è passato e quello detto dalla Giunta Pigliaru è da catalogare nelle promesse fatte e non mantenute e quel grande spazio con strutture annesse continua a decadere e le spese per riattarlo saranno sempre più grandi: come al solito, spazio dell’ex Manifattura insegna, passeranno forse decenni affinché i cittadini potranno vedere realizzata una promessa fatta in pompa magna dal governante del momento.

Commenta!

15 − otto =