Cagliari: Inizieranno a breve i lavori di riqualificazione di Piazza Giovanni XXIII

In consiglio comunale interrogazione sullo stato di degrado di piazza Giovanni XXIII. Le assicurazioni dell’assessore Chessa: “I lavori partiranno presto”.

di Antonio Tore 

Durante l’ultima seduta del consiglio Comunale di Cagliari, il consigliere Alessandro Sorgia ha letto una interrogazione rivolta all’Assessore ai Lavori Pubblici Giovanni Chessa, riguardante lo stato di degrado e abbandono di parte della piazza Giovanni XXII.

Sorgia ha riportato all’Assessore le lamentele degli abitanti della zona e di quanti vorrebbero trascorrere un po’ di tempo in pace e sicurezza nelle panchine della piazza, anche a causa della chiusura della parte centrale.

Tuttavia, ha detto Sorgia, la pavimentazione, soprattutto quella di fronte all’ingresso dell’Oratorio Don Bosco, è molto rovinata e in diversi punti danneggiata a causa dell’uso dello skateboard da parte di molti ragazzi, che, con la velocità impressa al mezzo, costituiscono anche un pericolo per bambini piccoli e persone anziane che sostano o passano nella zona.

In conclusione Sorgia chiede all’Assessore come intenda muoversi il Comune per porre rimedio al disagio e pericolo costituito dagli skateboard e per riparare le lastre della pavimentazione rovinate e transennate da lungo tempo.

L’Assessore ha replicato, convenendo sulle necessità di un intervento radicale nella piazza ed ha comunicato che una squadra di operai ha già provveduto a prendere le misure della lastre che andranno sostituite da una pavimentazione più resistente, probabilmente come quelle che il Comune sta utilizzando nel rifacimento di altre piazze o zone interessate dai lavori in città.

I lavori saranno affidati alla stessa impresa che svolge altri lavori di riqualificazione a Cagliari e che ha dimostrato capacità e velocità di esecuzione.

Siamo stati in piazza Giovanni ed abbiamo girato un video per documentare lo stato di degrado e rovina su quanto segnalato.

E’ evidente la presenza di tante transenne che delimitano lastre spaccate e che costituirebbero un pericolo per quanti transitano nella piazza stessa.

E’ ugualmente da sottolineare lo stato di manifesto abbandono di rifiuti di ogni genere gettati all’interno della recinzione centrale o lasciati nei cestini, anch’essi posizionati all’interno della struttura recintata: bottiglie di plastica e di vetro, fazzolettini, pacchetti di sigarette, lattine, ecc.

In attesa di un intervento risolutivo dei problemi evidenziati, valgono le immagini.

 

GUARDATE IL VIDEO

Commenta!

sedici − 16 =