Cagliari, Inter 1-5:  solo per un tempo i rossoblù  contrastano  l’Inter,  poi la disfatta per  errori e mancanza di gioco   

Una difesa sempre traballante, giornata negativa per Di Gennaro  e tanti errori  di Gabriel condannano il Cagliari davanti a un’Inter che ha disputato una partita appena sufficiente  

di Sergio Atzeni

Cagliari si presenta con Boriello punta supportato da Joao Pedro e un robusto centrocampo con Di Gennaro, Ionita Barella,  Padoin e Isla.

Al  6° un pallonetto di Joao Pedro in piena area  viene salvato sula  sulla linea da Medel, all’ottavo tiro fuori di kondogbia e al 9°  tiro di  Di Gennaro, gioca benino il  Cagliari appoggiando il gioco sulle fasce.  Al 16° un’azione travolgente di Borriello con un suo atterramento sospetto al limite dell’aria: punizione non concessa.
Azione pericolosa dell’Inter al  17°,  a metà del primo tempo  l’incontro appare   equilibrato e il Cagliari non sfigura davanti al più titolato avversario.

Al 26 Icardi tira alto sulla destra da posizione buona, calcio d’angolo per i neroazzurri al 28º, niente di fatto.
Una parata alta di Gabriel al 31° manda la palla sul palo ma il portiere non si rende che la stessa  sbatte nella traversa e ritorna in campo,   libera un difensore.
Al 32ª Perisic  pescato da Banega  in area con un tiro angolato di sinistro batte Gabriel.
A questo punto il Cagliari non meritava certo lo svantaggio.

Al 36°  Borriello viene spinto in area interista  ma per   l’arbitro è tutto regolare.
Calcio di punizione un po’ fuori area per l’Inter al 38° e Banega  segna con un tiro a rientrare sulla sinistra, Gabriel non è esente da colpe, 2 a 0 per l’Inter..

Una  punizione di Gennaro al 40° è  salvata sulla linea da Handanovic,  Borriello al 41º Corregge di testa e segna il gol che dimezza lo svantaggio dei rossoblù.
Cagliari negli ultimi  minuti  si butta all’attacco un po’ per disperazione ma senza idee chiare.

 Secondo tempo
Dopo appena un minuto con la difesa del Cagliari ferma,  Perisic  imbeccato da Icardi salta Di Gennaro  e batte con un diagonale Gabriel: 1 a 3.
Ora l’Inter ha tanti spazi, gioca in contropiede, Cagliari  in  difficoltà perde ogni schema e mostra mancanza totale di gioco..
Fallo al 6  di Bruno Alves su Icardi,  sospetto rigore arbitro non concede,   si  gioca a fasi alterne, al 14° gran tiro di d’Ambrosio parato e deviato in angolo da Gabriel
L’Inter insiste e controlla il Cagliari che tenta qualche attacco ma senza  idee e gioco.

Sau al posto di Di Gennaro  al 16°, assist di  Banega al  17º in area viene deviato da Miranda di testa con un  tiro centrale: parà Gabriel.
Due calci d’angolo consecutivi per i neroazzurri,  al 19º Gabriel respinge uno spiovente,   poi al 20° il portiere cagliaritano  atterra in area Icardi: rigore. Tira lo stesso Icardi dal dischetto e segna il 4° goal interista.
Tiro di kondogbia al 23° da fuori area respinto  da Gabriel, Joao Pedro al 25° cade in area  ma nulla di fatto per l’arbitro.
Al 31° Entrano  Dessena e Ibarbo al posto di Borriello e Barella, al 35° tiro sulla traversa da centro area di Icardi  dopo un’azione travolgente dell’Inter.

36º  Ibarbo manca di poco la porta con un diagonale lento di destro dal centro dell’area.
L’Inter gioca bene in questo secondo tempo complice il Cagliari che sa resuscitare anche  i morti.
Poi al 43à  il quinto goal dei milanesi con un tiro da fuori di Gagliardini,  Gabriel ancora una volta ha delle responsabilità.
Al 90° senza un secondo di recupero l’arbitro mette termine al’incontro.

Un Cagliari che combatte solo per un tempo ma senza costrutto e con un gioco limitato a lanci sulle fasce spiega la rotonda sconfitta. L’Inter è più attrezzata ma non è apparsa imbattibile, molti errori di difesa e su marcature oltre le incertezze di Gabriel hanno facilitato la netta vittoria milanese.

Cagliari –  Inter  1-5

CAGLIARI (4-4-2): Gabriel; Isla, Bruno Alves, Pisacane, Capuano; Ionita, Di Gennaro (17’ st Sau), Barella  (32’ st Dessena), Padoin; Joao Pedro, Borriello  (32’ st Ibarbo). Allenatore: Rastelli

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Medel, Miranda, Ansaldi  (42’ st Nagatomo); Gagliardini, Kondogbia; Candreva, Banega (31’ st Joao Mario s), Perisic (28’ st Eder); Icardi. Allenatore: Pioli

MARCATORI: primo tempo: 34′ Perisic, 39′ Banega, 42′ Borriello – Secondo tempo: 3’ Perisic,  . 22′, Icardi (rigore), 44′ Gagliardini

 

 

 

 

 

Commenta!

2 × 1 =