Il Cagliari prepara la trasferta di Udine

In attesa del rientro degli infortunati, nell’amichevole con la Nuorese si rivede in campo Melchiorri (autore anche di una rete).

 di Antonio Tore

 Le voci si rincorrono sempre più spesso, ma Barella, reduce dalla partita della Nazionale Under 21, in cui è stato impiegato solo per un tempo, giura amore alla squadra rossoblù, nonostante Luciano Moggi abbia dichiarato in una trasmissione televisiva che il giocatore sarebbe ormai della Juventus.

Prima di pensare al futuro mercato, tuttavia, la squadra deve raggiungere l’obiettivo prefissato dal presidente Giulini e cioè la salvezza e, se possibile, il miglioramento della posizione in classifica raggiunta nello scorso campionato.

Per ottenere lo scopo, dopo la sostituzione di Rastelli con Lopez, occorre rimboccarsi le maniche e ottenere il massimo da ciascun componente la rosa.

Fin dal suo ritorno in panchina, Lopez ha rilevato una deficitaria condizione atletica in molti giocatori e, anche la pausa dovuta agli impegni della Nazionale, dovrebbe servire per recuperare la forma migliore.

Cosi, durante l’amichevole con la Nuorese, si è rivisto in campo anche Melchiorri, ancora alle prese con il lungo recupero dopo l’infortunio. Il giocatore si è mosso abbastanza bene ed è stato autore anche di una rete.

Il prossimo rientro del centravanti potrebbe portare stimoli al gioco di Pavoletti che, tuttavia, nonostante il suo impegno e la buona volontà, non viene supportato adeguatamente dai compagni, non riuscendo ad esprimere il proprio potenziale, abbandonato alla propria forza fisica contro le intere difese avversarie schierate.

Qui dovrebbero entrare maggiormente nel gioco i fantasisti del Cagliari Joao Pedro e Farias che, con la loro imprevedibilità e velocità potrebbero aiutare il centravanti a scardinare le difese avversarie.

La sosta ha favorito anche il recupero dai guai fisici di Cossu (assente dalla partita col Napoli), Capuano e Pisacane che stanno lavorando, seppur parzialmente, con il gruppo. Lavoro a parte, invece, per Cragno, Deiola, Sau e Padoin, nella speranza che almeno gli ultimi due possano recuperare per la trasferta di Udine.

I tifosi aspettano anche di rivedere, possibilmente in condizioni fisiche migliorate, anche l’olandese Van der Wiel che, non ha ancora espresso in rossoblù il valore mostrato in altri campionati esteri.

Nonostante il cambio di allenatore, Lopez non sembra aver trovato ancora la quadratura dei titolari e del gioco di squadra. Manca ancora la velocità e l’aggressività nel pressing e il Cagliari arranca ancora alla ricerca di una propria fisionomia di squadra che porti la compagine, quanto prima, al di fuori di un campionato fin qui anonimo e vissuto sul filo del pericolo della bassa classifica.

Commenta!

cinque × uno =