Cagliari: selezioni per X Factor alla MEM.  Ecco alcune interviste degli aspiranti  

Emozioni e tante speranze  tra le decine di ragazzi e ragazze in attesa del loro turno per essere ascoltati, fiduciosi di essere i prescelti

di Annalisa Pirastu

Una bella giornata di sole ha fatto da cornice a numerosi  aspiranti artisti della selezione cagliaritana di X Factor,  tutti carichi e pronti a esibirsi davanti ai giudici. Una Mem blindata a giornalisti e curiosi dove non è  stato permesso entrare all’interno dell’edificio nel quale si svolgevano i provini individuali. I candidati attendevano fuori in galleria, alcuni seduti al bar, altri in piedi con il loro numeretto in mano, pronti a  esibirsi nella gara canora.

La galleria era animata dalle voci che rincorrevano ogni candidato che usciva  dal casting cponendogli mille domande, per trarre qualche spunto utile e prepararsi al meglio al  proprio turno.

Luca di Selargius ci spiega che vengono richiesti due brani: uno in italiano e uno in inglese. Lui canta pop moderno traendo ispirazione ad esempio da Lady Gaga, e si è ritenuto soddisfatto del provino. Oltre ai suoi gusti musicali gli hanno fatto tante domande personali. Ha cercato di dare il meglio di sé e pensa di esserci riuscito.

Gianmarco usciva  in quel momento dalla selezione e ci ha raccontato, ancora un po’ emozionato, che è fiducioso di poter accedere alla fase successiva. Gli hanno chiesto come nascono le sue canzoni visto che ha portato dei pezzi composti da lui.

Sonia accompagnata da due amiche, nastro rosso fuoco sui capelli neri, si è ispirata  invece ad Amy Winehouse e come lei si sente fuori dalle regole, sia nella musica che per il carattere. Ha 19 anni ed è sicura dei propri mezzi. Non c’è posto in lei per le incertezze, ritiene che  partecipare a X Factor sia un’esperienza ma soprattutto una speranza.

Vicino a lei Claudia, minuta di appena 16 anni, si dichiara subito timidissima ma quando le chiediamo di cantare uno dei suoi brani dispiega una voce sicura e appassionata.

Un  altro ragazzo che ha appena terminato il casting  quando lo intervistiamo si definisce subito un “Life performer”. Il suo nome d’arte è Sensei e se vogliamo sapere qualcosa di più su questo nome ci invita a cercarlo  su Facebook. È di Sinnai ma vive tra Milano e la Sardegna proprio inseguendo la musica. Ha appena 21 anni ma ha già inciso dei dischi, davanti ai giudici ha cantato ‘Look at me now’ di Busta Rhymes. A lui hanno chiesto cosa potrebbe portare di nuovo a X Factor e se ci si vedesse  bene in questo format.

Tanta  attesa, molte speranze e una buona dose di fiducia in sé stessi sembrano essere i requisiti minimi per partecipare al casting. Si nota nei candidati una volontà di affermarsi e un desiderio di poter esprimere tutto ciò che sentono dentro. Il flusso di persone che ha cominciato a far la fila alle dieci non diminuisce per niente e le esibizioni continueranno fino alle 17, momento in cui il casting sarà dichiarato chiuso.

 

 

Commenta!

quattordici + dieci =