Cagliari:  un arresto per furto in via Oristano e uno per maltrattamenti a Is Mirrionis

Gli Agenti della Squadra Volante hanno arrestato in due operazioni distinte   Ionut Rosu 23enne, rumeno, per furto aggravato e un 35enne, pregiudicato, cagliaritano per maltrattamenti  alla compagna   

 di Antonio Tore

Gli Agenti della Squadra Volante hanno arrestato  Ionut Rosu 23enne, rumeno, con precedenti di polizia, per il reato di tentato furto aggravato. L’episodio è avvenuto intorno alle ore 8 di ieri, quando, è giunta al 113  una richiesta di intervento in via Oristano, perché in  un cantiere di una palazzina in ristrutturazione, alcuni operai avevano udito dei rumori sospetti. Un equipaggio della Squadra Volante, inviato immediatamente sul posto ha preso contatti con un operaio che stava effettuando lavori edili nella palazzina.

Lo stesso ha riferito agli Agenti che poco prima, al momento di iniziare il proprio lavoro, aveva notato la parte inferiore del cancello di ingresso danneggiata e che nello stesso punto, nel pezzo in truciolato, era stato aperto un varco. Entrato nel  cantiere l’operaio si era reso conto che il quadro luci era stato danneggiato e divelto e nello stesso momento udiva dei rumori provenire da un’area interna non illuminata.

I poliziotti hanno fatto accesso all’area indicata sorprendendo un giovane che tentava di nascondersi dietro una parete. Subito bloccato e controllato è stato trovato in possesso, nella tasca dei pantaloni, di un tirapugni in acciaio. I poliziotti hanno notato, poggiati su un tavolo nelle sue immediate vicinanze, un borsone e una valigia tutti contenenti numerosi raccordi di rame, sezioni di cavo elettrico di varie fattezze e altro materiale edile. Tutto il materiale rinvenuto, compresi i borsoni, è stato riconosciuto come di proprietà del cantiere da parte del personale che lavora all’interno.

In un’altra  operazione gli  Agenti della Squadra Volante hanno arrestato  un 35enne, pregiudicato, cagliaritano. L’episodio si è verificato intorno alle ore 18 di ieri quando sono giunte diverse chiamate al m 113, che segnalavano una violenta lite in appartamento nella zona Is Mirrionis. Il Centro Operativo ha inviato immediatamente due equipaggi della Squadra Volante che hanno raggiunto l’abitazione indicata, dalla quale provenivano delle urla. Gli Agenti hanno bussato alla porta dell’appartamento, che è stata aperta da un individuo il quale, fortemente agitato, ha riferito di aver avuto un’accesa discussione con la propria compagna, a suo dire, per futili motivi.

Riportata la calma, la donna si è avvicinata ai poliziotti terrorizzata ed in lacrime, riferendo che poco prima del loro arrivo il compagno, dopo aver infranto un vetro della finestra con un calcio, aveva preso una sedia scaraventandogliela addosso e provocandole un grosso ematoma alla gamba.   La vittima ha raccontato che l’uomo è solito avere questi atteggiamenti e che negli ultimi cinque anni ha spesso subito violenze sia fisiche che psicologiche da parte dello stesso ma che non le aveva mai denunciate per paura di ritorsioni più gravi.

Tratto in arresto, su disposizione del Pm è stato accompagnato nel carcere  Uta.

Commenta!

3 × 4 =