Calcio serie A:  al Sant’Elia arriva il Chievo Verona, un’ottima occasione per tornare alla vittoria e scacciare le numerose critiche 

I rossoblù,  nelle ultime cinque partite casalinghe disputate, hanno totalizzato due miseri punti (Bologna e Lazio) e tre sconfitte (il pesante cinque a uno subito dall’Inter e quelle contro le due torinesi)

di Giorgio Capra

Sabato prossimo , al Sant’ Elia, andrà in scena Cagliari -Chievo Verona, incontro valido per la trentaduesima giornata del campionato di serie A. La posta in palio è bassa, viste le comode posizioni in classifica delle due squadre  (attualmente sono tre i punti che separano i clivensi, dodicesimi, dai sardi, che occupano il tredicesimo posto ), ma non mancheranno le motivazioni per entrambe le compagini.

I rossoblù, infatti, nelle ultime cinque partite disputate davanti al  proprio pubblico, hanno totalizzato due miseri punti (Bologna e Lazio) e tre sconfitte (il pesante cinque a uno subito dall’Inter e le sconfitte contro le due torinesi) e cercheranno in ogni modo d’ invertire il trend casalingo negativo dell’ ultimo periodo.  La  speranza è che il Sant’ Elia possa così tornare il fortino inespugnabile d’inizio stagione.

I veneti invece, che avranno a disposizione due risultati su tre per difendere la dodicesima posizione dall’assalto degli avversari, arrivano da tre sconfitte consecutive lontano dal Bentegodi, rimediate contro Juventus, Bologna e Milan, intervallate dal pesante stop casalingo contro il Crotone.

Nonostante il recupero di Borriello, gli uomini di Rastelli, non avranno vita facile nel tentativo di scardinare la retroguardia gialloblù, che in quindici partite esterne, conta solo ventiquattro reti al passivo, a fronte delle quindici realizzate.

L’arma in più degli isolani è chiaramente il reparto offensivo (ventotto marcature realizzate in quindici incontri), immediatamente da rivedere, invece, quello arretrato (trentuno reti incassate).

 

 

 

Commenta!

diciassette + 12 =