Campagna estiva di prevenzione realizzata dal Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Sardegna

Risultati conseguiti dai controlli effettuati dalla Polfer Sardegna dal mese di giugno ad agosto 2017 riguardanti la sicurezza degli utenti e delle strutture del servizio

di Antonio Tore

La Polizia Ferroviaria per la Sardegna ha comunicato i risultati raggiunti a seguito dei controlli effettuati durante i mesi estivi nell’Isola.

“Il Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Sardegna, operando nel contesto degli specifici compiti istituzionali di specialità, riguardanti la sicurezza degli utenti e delle strutture del servizio ferroviario, ha effettuato dal 1 giugno al 1 settembre un vasto programma di servizi incentrati sulla vigilanza ed i controlli presso le stazioni ed a bordo dei treni della rete ferroviaria dell’Isola.

Le priorità principali sono state l’attenzione per il rispetto delle norme comportamentali da parte degli utenti, causa principale dell’incidentalità che interessa il settore e la prevenzione a tutela delle infrastrutture ferroviarie. La casistica nazionale segnala, infatti, come la maggior parte degli infortuni in ambito ferroviario è da attribuire al mancato rispetto delle norme di sicurezza. La presenza costante degli uomini della Polizia Ferroviaria nelle principali stazioni della Sardegna ed a bordo dei treni ha voluto sensibilizzare gli utenti al rispetto di tali norme e prevenire atteggiamenti sconsiderati che mettono a repentaglio l’incolumità degli utenti e degli stessi autori di tali comportamenti, quali l’attraversamento dei binari, l’apertura delle porte dei vagoni prima delle fermate dei treni, il mancato rispetto dei passaggi a livello.

L’attività della Polizia Ferroviaria si è realizzata, inoltre, intensificando la vigilanza lungo le strutture ferroviarie e le attrezzature essenziali allo scopo di prevenire vandalismi e furti, che si sono aggiunte alle specifiche attività di prevenzione innalzate per fronteggiare il rischio terroristico e garantire adeguati livelli di sicurezza agli utenti del servizio.

La prevenzione in questo ambito rientra in un complesso di attività a livello nazionale pianificate per fronteggiare l’inasprirsi del fenomeno terroristico, l’intensificazione  della vigilanza in tutte le articolazioni territoriali anche del sistema dei trasporti. La Polizia Ferroviaria per la Sardegna ha realizzato un  insieme di controlli capillari per monitorare il flusso degli utenti del servizio e, allo stesso tempo,  rendere visibile la presenza di uomini della Polizia di Stato allo scopo di aumentare il potere di dissuasione da parte delle forze dell’ordine.

L’attività svolta dal mese di giugno dalla Polizia Ferroviaria del Compartimento per la Sardegna è riassunta dai seguenti dati;

– sono state effettuate 861 pattuglie, suddivise lungo linea e nelle principali stazioni e sono stati scortati 297 treni regionali;

durante questi servizi sono state sottoposte a controllo 3.373 persone di cui 236 stranieri;

– sono state denunciate 8 persone per reati contro il patrimonio ed effettuato nr. 1 arresto per evasione;

– sono state elevate 36 sanzioni contravvenzionali di cui19 per violazioni al regolamento ferroviario e 17 per contestazioni relative al codice della strada”.

 

Commenta!

quattordici − 3 =