Giunta regionale stanzia 8 milioni per valorizzare il patrimonio librario sardo

Le risorse serviranno per il funzionamento delle biblioteche territoriali, istituzioni culturali di grande importanza soprattutto nei piccoli centri dell’isola, e serviranno a garantire l’offerta dei servizi da parte degli operatori e la conservazione del patrimonio librario

redazione

Rete delle biblioteche, tutela e valorizzazione del patrimonio librario, attivazione e diffusione dei servizi innovativi e aggiornamento degli operatori: servirà a questo il finanziamento di 8milioni 57mila euro approvato oggi dalla Giunta su proposta dell’assessore della Cultura Giuseppe Dessena.

“Le risorse serviranno per il funzionamento delle biblioteche territoriali – ha detto Dessena –  istituzioni culturali di grande importanza soprattutto nei piccoli centri dell’isola, e serviranno a garantire l’offerta dei servizi da parte degli operatori e la conservazione del patrimonio librario attraverso, per esempio, il lavoro d’archivio. Parliamo attualmente di 74 progetti che occupano 316 operatori.

La salvaguardia e la tutela del patrimonio librario, specie di quello antico, raro e di pregio è un dovere morale e un servizio ai cittadini e alla comunità scientifica, non solo isolana, che potrà così ereditarlo e studiarlo”.  Le risorse saranno destinate agli enti locali per i progetti di gestione dei servizi delle biblioteche e degli archivi, per il funzionamento del CSC Società Umanitaria Cagliari e CSC UNLA e Umanitaria con sede ad Alghero, Carbonia- Iglesias, Macomer e Oristano. Ancora, sono previste risorse per il Catalogo collettivo delle edizioni del XVI secolo e la manutenzione delle attrezzature e macchinari specializzati. 

 

Commenta!

uno + diciassette =