Imprese sarde verso l’Europa,  nel mirino Polonia e Svizzera

 16 aziende isolane hanno  aderito al “Sardinia Export Team”,  progetto Confcmmecio che punta  sull’agroalimentare per aprire la pista anche agli altri settori produttivi e ricettivi

 di Antonio Tore

Confcommercio Sardegna si propone come capofila di un raggruppamento di imprese, denominato Sardinia Export Team, per radicare sempre di più l’Isola e i suoi prodotti nei mercati europei, in particolare in Svizzera e in Polonia.In questi mesi 16 aziende hanno aderito al progetto con il quale  l’Associazione sceglie di puntare sull’agroalimentare per aprire la pista anche agli altri settori produttivi e ricettivi nell’ambito del bando per l’internazionalizzazione delle imprese proposto dalla Regione Sardegna. Il progetto si svilupperà nel corso di 18 mesi, a partire dal mese di aprile 2017, con un articolato programma di attività in diverse città dei due Paesi.  Rimane aperta la possibilità di adesione da parte di altre aziende interessate.

Abbiamo voluto mettere a disposizione la nostra vasta rete e la nostra esperienza internazionale per favorire imprese pur non strettamente legate ai tradizionali settori curati dalla nostra Organizzazione. – spiega il presidente di Confcommercio Sardegna, Alberto Bertolotti –  Siamo infatti consapevoli che promozione e consolidamento sui mercati esteri dei prodotti food and wine costituiscono di per sé promozione del territorio e cultura e possono pertanto essere sinergiche alle strategie tese all’incoming. Il nostro interesse sulla Svizzera consegue anche alle opportunità generate dall’Associazione Canton Marittimo – aggiunge -. Sulla Polonia invece è stata avviata una partnership con la Camera di Commercio italiana in Polonia, guidata dal cagliaritano Piero Cannas. Ci sono quindi tutte le condizioni perché il nostro progetto offra immediate opportunità alle aziende partecipanti. È un progetto che mira da subito ai canali distributivi e che contribuirà ad arricchire i cataloghi Sardegna”.

Oltre alla creazione di un sito web promozionale, si punta sul Salon Divinum, evento di grande importanza per il settore vinicolo con un’esposizione collettiva e incontri promozionali con 8 eventi programmati a Ginevra, Losanna, Neuchatel, Friburgo e Saillon. La Polonia ha creato un sistema distributivo moderno ed efficiente che riserva grande attenzione all’Italia. L’Italia si colloca in 7a posizione per valore delle importazioni, con circa 400 milioni di euro ed una quota di mercato complessiva di circa il 4%, Di recente il Paese ha visto crescere il movimento turistico da e per la Sardegna, grazie a due rotte Ryanair tra Cagliari e le città di Cracovia e Varsavia.

I numeri dei flussi verso la Sardegna nel 2016 sono più che positivi: da gennaio ad agosto si è registrato un aumento del 29% di arrivi e del 56% di presenze nelle strutture ricettive isolane, rispetto allo stesso periodo del 2015. Per questo mercato è prevista la realizzazione di un sito web dedicato ai più importanti siti di Italian Food in Polonia che si affianca ad un banner nel sito web e nei canali di comunicazione social della Camera di Commercio e Industria Italiana in Polonia e Svizzera. Lo scopo della pagina è quello di fornire a potenziali buyer informazioni dettagliate sul progetto, sulle aziende partecipanti e i loro prodotti, nonché comunicare affidabilità e professionalità e con un calendario di sei eventi commerciali per promuovere i prodotti delle aziende partecipanti.

A supporto del marketing del progetto e delle produzioni d’eccellenza della Sardegna verrà organizzata una settimana della cucina sarda coinvolgendo i ristoranti del circuito Ospitalità italiana in Polonia. I locali ricettivi offriranno alla propria clientela oltre alla proposta enogastronomica abituale uno speciale menu di degustazione dedicato alla Sardegna. Per promuovere l’iniziativa tra i consumatori verrà lanciato nei social media dedicati al progetto un concorso a premi che permetta di vincere una vacanza in Sardegna.

 

 

 

Commenta!

dodici + 9 =