Incendio Isili: indagini  del Corpo forestale per chiarire le cause della morte di Ignazio Melis

Stamattina, una  pattuglia del Corpo forestale di  Isili, intervenuta per lo spegnimento di un incendio ha ritrovato il corpo senza vita di un pensionato del luogo (Ignazio Melis di 73 anni) all’interno di un frutteto di sua proprietà

 redazione

 Stamattina, alle ore 12.07, la pattuglia del Corpo forestale della Stazione di Isili, intervenuta per lo spegnimento di un incendio alla periferia del paese, ha ritrovato il corpo senza vita di un pensionato del luogo (Ignazio Melis di 73 anni) all’interno di un frutteto di sua proprietà.

 Dai primi accertamenti eseguiti dal Nucleo investigativo del Corpo forestale di Cagliari pare che, al momento del decesso, il pensionato si trovasse da solo all’interno del suo terreno per eliminare la vegetazione erbacea secca con un decespugliatore a motore. Non è stato invece ancora accertato se l’uomo abbia tentato di bruciare l’erba secca, perdendo il controllo delle fiamme o se l’accensione sia scaturita da qualche scintilla prodotta dal decespugliatore.

 Le indagini, a cura del Nucleo investigativo ripartimentale di Cagliari del Corpo forestale che ha subito informato il magistrato di turno, sono state avviate immediatamente dopo, già durante lo spegnimento del fuoco avvenuto con l’ausilio di un elicottero decollato alle 12,13 dalla base di San Cosimo (Lanusei). L’incendio è stato rapidamente circoscritto, limitando la superficie percorsa a circa due ettari di vegetazione erbacea e arbustiva, in parte all’interno dello stesso frutteto.

Sul luogo erano presenti anche i Carabinieri di Isili. Il magistrato, dopo che il medico legale ha constatato che il decesso era avvenuto per cause naturali, ha disposto la restituzione del cadavere ai familiari.

Commenta!

1 × 3 =