Tocco: Si blocchi la mobilità selvaggia dei lavoratori in attesa del varo della rete ospedaliera

Il vice Presidente della commissione salute Tocco: ” Così si mortificano i lavoratori. Si blocchi tutto senza il varo della rete ospedaliera”

di Antonio Tore

Tolleranza zero contro l’Azienda tutela della Salute. Duro attacco del vice presidente della commissione salute in Regione sul dirottamento di personale da Ats al Brotzu.

Non solo la rivolta dei sindacati sul trasferimento del personale, ma il caso esplode anche in commissione salute con la dura presa di posizione del vice presidente Edoardo Tocco: “Abbiamo chiesto all’azienda unica che si blocchino i cambiamenti in atto all’interno del personale sanitario, con procedure discrezionali che producono solo caos e confusione. Un piano che deve essere bloccato sino all’approvazione della rete ospedaliera in discussione in questi giorni in consiglio”.

Il nodo del contendere è rappresentato dal passaggio del personale dall’Azienda socio sanitaria di Cagliari al Brotzu.

“Si sta procedendo con accorpamenti e trasferimenti degli operatori senza che la riforma della rete ospedaliera sia stata ancora approvata, con la mancanza di un confronto con i sindacati del settore – spiega Tocco – Una mobilità selvaggia inaccettabile, visto che non si concede ai lavoratori l’opzione di scelta nello spostamento da un’azienda ad un altro ente”.

Un “casus belli” che si allargherà presto ad altre realtà della sanità isolana. Senza tanti giri di parole l’accusa dell’esponente azzurro: “Se questi sono i primi passi dell’Azienda tutela della salute, c’è poco da stare allegri – conclude Tocco – perché questo ente elefantiaco, infarcito di dirigenti e dispendioso, detta regole impossibili per gli operatori, mortificando così gli organici nelle strutture ospedaliere. Si segue la solita logica, con una razionalizzazione che desertifica in realtà la sanità isolana delle risorse di eccellenza nei presidi ospedalieri”.

Commenta!

2 × 2 =