La Polizia Ferroviaria incontra gli alunni delle scuole elementari

L’incontro nella scuola Satta-Spano-De Amicis in via Crispi a Cagliari per raccontare e diffondere tra i giovani la storia delle Ferrovie Italiane.

di Annalisa Pirastu

Il 13 e il 14 dicembre la Polizia Ferroviaria di Cagliari incontrerà gli alunni della scuola elementare Satta-Spano-DeAmicis di via Crispi ospiti dell’iniziativa organizzata dall’associazione Dopolavoro Ferroviario di Cagliari nell’ambito di un programma nazionale per raccontare e diffondere tra i giovanissimi la storia delle ferrovie italiane.

La manifestazione dell’Associazione del Dopolavoro Ferroviario inizierà nella stazione FS di piazza Matteotti e prevede proiezioni di filmati, visita al museo Ferroviario, tra i cui pezzi forti espone uno splendido plastico di un trenino elettrico, un breve viaggio in treno e la visita del Centro di controllo che monitora il traffico ferroviario dell’Isola. Per gli alunni della scuola elementare che parteciperanno all’evento sarà quasi come vivere le fantasie che neanche tanto tempo fa i loro genitori provavano quando il trenino elettrico era il regalo di Natale più desiderato ed atteso.

L’occasione darà modo agli agenti della Polizia Ferroviaria della Polizia di Stato di contribuire all’iniziativa del Dopolavoro Ferroviario incontrando ancora una volta il mondo della scuola ed allargare la platea di giovani a cui si rivolge il progetto nazionale denominato train to be cool. Questo progetto, avviato oramai da circa tre anni in collaborazione con la facoltà di Psicologia dell’Università La Sapienza di Roma si prefigge lo scopo di diffondere la cultura della sicurezza e della legalità promuovendo una campagna di sensibilizzazione rivolta ai giovani per portarli a riflettere sulle questioni della sicurezza in ambito ferroviario e della legalità in generale. Lo scopo è superare una semplice elencazione di norme e regolamenti apparentemente ostili e andare al di là della mera elencazione di divieti e limitazioni spiegando ai giovani l’importanza della formazione di uno stile di vita fondato sulla conoscenza ed il rispetto delle regole.  La Polizia di Stato basa tutto il suo operato sulla cultura della prevenzione e sul concetto di essere e stare in mezzo alla gente, e con questi principi ricerca la collaborazione di tutte le forme componenti della società come il mondo della scuola e le organizzazioni del dopolavoro ferroviario.

Gli incontri con le scuole sono un’occasione imperdibile per la Polizia e la collaborazione con gli amici del Dopolavoro ferroviario offre la possibilità di ampliare ancora di più i giovani e giovanissimi con cui avviare questo percorso educativo

Commenta!

17 − 3 =