Monastir punta sulla patata per il rilancio del territorio

Nasce la prima edizione della “Sagra della Patata” che vedrà il Comune impegnato oggi  25 marzo  e domani  con   numerose attività che vanno dalla degustazione delle patate cucinate da  prestigiosi chef,  ai balli tradizionali del  gruppo folk Janas Monastir

di Cristiana Ardu

Su iniziativa dell’amministrazione comunale in collaborazione con la pro loco del paese di Monastir e l’associazione Primavera Sulcitana nasce la prima edizione della Sagra della Patata che vedrà il comune impegnato nei giorni 25 e 26 Marzo.

Il calendario degli eventi prevede numerose attività che vanno dalla degustazione delle patate cucinate dalle mani sapienti dei prestigiosi chef Tony Porseo e Manuele Fanuntza ai balli della tradizione curati dal gruppo folk Janas Monastir. Saranno ospitati oltre 100 standisti che si occuperanno della promozione di artigianato e prodotti tipici.

L’assessore comunale alle attività produttive Gianluca Lampis sottolinea la necessità di rilanciare il territorio attraverso la valorizzazione di un prodotto che nel corso degli anni sta occupando sempre più una grossa fetta di mercato, tanto da essere esportato anche oltre mare. Si è optato per una collaborazione con l’associazione che ha curato gli eventi di Primavera Sulcitana e La Fiera del Gusto per garantire alla manifestazione un livello qualitativo degno di nota, accentuato in maniera particolare dalla martellante promozione fatta sui social.

Come ricorda il presidente della pro loco Federica Ledda, Monastir non va ricordata esclusivamente per la produzione del prezioso tubero, ma anche per le numerose bellezze archeologiche e naturali come il parco di Monte Zara e la chiesa campestre dedicata al culto di Santa Lucia.

L’inaugurazione della sagra è prevista alle ore 15:45 do oggi 25 marzo  accompagnata da un’altra eccellenza del paese, la Banda Musicale Monastir.

 

Commenta!

20 + 19 =