Neve e gelo: Spano, sempre vicini a sindaci e popolazioni

Redazione

Cagliari, 19 gennaio 2017 – “Nel cuore dell’emergenza si è creato un equivoco comunicativo, ma l’obiettivo era, al contrario, quello di sollecitare una maggiore unità di intenti per garantire una diffusione più capillare della cultura di protezione civile che è cultura di sicurezza dei cittadini e che si basa sulla reciproca collaborazione.
Mai come in questi momenti siamo infatti vicini a chi viene colpito da simili calamità, eccezionali per i danni e i disagi che arrecano. Sosteniamo il grande lavoro degli amministratori locali, dei volontari e di tutti coloro che sono coinvolti. In queste ore, il direttore della Protezione civile Graziano Nudda è impegnato sul campo nelle zone di Fonni e Desulo. Il sistema dell’emergenza è composto da molti soggetti (Prefetture, Regione, Comuni) che operano in sintonia con la Protezione civile regionale. Al lavoro ci sono circa mille operatori di Forestas e 1200 volontari di protezione civile, oltre alle forze nazionali. Abbiamo 54 mezzi in movimento, a cui si aggiungono quelli statali. Adesso è fondamentale risolvere le criticità continuando a mettere al sicuro persone, animali e cose. In seguito, si procederà alla ricognizione dei danni, che speriamo siano il più limitati possibile”.
Lo dichiara l’assessore della Difesa dell’Ambiente con delega alla Protezione civile Donatella Spano.


​
Ufficio Stampa Regione Sardegna

Commenta!

dieci + uno =