Offerta per le Scuole: visite guidate, escursioni e attività formative

Anche quest’anno il Centro Servizi per il Volontariato Ambiente Sardegna facendo seguito alle attività presentate negli anni passati presenta delle interessanti proposte che sono state elaborate anche con il contributo di tanti insegnanti e docenti.
In particolare quest’anno è stata data particolare attenzione ad alcuni siti La laguna di Santa Gilla (Sito di interesse comunitario) e la necropoli fenicio punica più estesa del Mediterraneo “Tuvixeddu”, sito di rilevanza UNESCO.
Le motivazioni che hanno indotto su questa scelta vertono non solo su delle generali carenze conoscitive rilevate in questi anni, ma soprattutto sulla necessità di avviare dei processi che dalla conoscenza portano alla consapevolezza e senso di appartenenza a una comunità. Inoltre la novità consiste nel fatto che questi beni vengano intesi e proposti come vere risorse e giacimenti dai quali sviluppare anche delle corrette proposte di utilizzo con ricadute occupative da inserirsi all’interno di innovativi progetti di gestione attiva del territorio e a nuove modalità e strategie di fruizione della visita degli stessi siti. Le proposte sono le seguenti:
TUVIXEDDU VIVE – Progetto di conoscenza e di valorizzazione della più rilevante necropoli fenico punica del Mediterraneo
La proposta si articola in due fasi:
A)Incontro di presentazione in aula con un Archeologo e una Guida turistica abilitata della durata di 2/3 ore nel quale si mostreranno delle slides informative sulla civiltà fenicio punica e, in particolare, sulla necropoli di Tuvixeddu. Nel corso dell’incontro saranno forniti a ciascun alunno una cartina del sito e una monografia sul sito.
B)Visita guidata a Tuvixeddu con un Archeologo e una o più Guide turistica abilitate, della durata di 2 ore nella quale sarà proposta una innovativa fruizione e conoscenza del sito attraverso un rappresentazione in costume fenicio che rievocherà alcuni momenti di vita di questa civiltà.
Il contributo richiesto per entrambe le fasi proposte è di 5 o 8 euro per ciascun partecipante e varia a seconda del numero e dell’età degli alunni coinvolti. In tale cifra è compresa la copertura assicurativa (R.C. e infortuni) della Società Cattolica di Cagliari. Su richiesta dei docenti sarà inoltre possibile predisporre anche dei laboratori didattici a tema da organizzare per l’occasione.
LAGUNA VIVA – Progetto di conoscenza e di valorizzazione della Laguna di Santa Gilla
Giornate lagunari – iniziative di animazione territoriale e sensibilizzazione ecologica sul compendio lagunare di Santa Gilla. Visite guidate e di studio, (anche presso le Saline Contivecchi), arricchimento dell’offerta formativa, alternanza scuola/lavoro e laboratori didattici pluridisciplinari.
In riferimento alle attività svolte in questi anni dalle diverse organizzazioni che, a vario titolo e senza soluzioni di continuità, hanno dato vita a questo comitato si chiede di voler aderire alle manifestazioni indicate che si vorrebbero tenere presso le strutture intercomunali in località “Terra e olia”, poste in prossimità dell’inceneritore del CACIP. Nello specifico si vorrebbe collaborare con le scuole del territorio e con gli altri protagonisti, per sensibilizzare i giovani sull’importanza e sul ruolo che la laguna possiede e non solo da un punto di vista economico e produttivo ma anche da un punto di vista ambientale e storico culturale mediante la realizzazione di moduli formativi adattati alle necessità del mondo della scuola.
Le direttrici su cui ci si rivolge sono le seguenti:
-Asse scolastico: attraverso il coinvolgimento di differenti scuole di vario ordine e grado con l’effettuazione di visite guidate e laboratori ambientali anche multimediali, previo un incontro di preparazione (della durata di 2/4 ore) da tenersi con le classi delle rispettive Scuole e Istituti che aderiscono al progetto.
-Asse culturale: mediante la riscoperta dei saperi, degli antichi mestieri, delle arcaiche tradizioni legate alla laguna e, più in generale, al culto dell’acqua, dalla letteratura degli studi alla raccolta di testimonianze dei protagonisti che hanno operato e che ancora oggi operano nella laguna, dalle storie di vita, alle leggende che si sono tramandate fino ai nostri giorni.
-Asse formativo e professionale: con l’illustrazione di percorsi tematici e strategie operative legate alla Lagunaturismo e alla gestione attiva del compendio lagunare
-Asse ecologico: mostrando l’importanza della salvaguardia dell’ecosistema presente in laguna e conoscendo le manifestazioni, i rischi e i danni dell’inquinamento
-Asse naturalistico: attraverso la conoscenza e l’individuazione delle forme e specie di vita vegetale e animale presenti
-Asse ricreativo e sportivo: con l’illustrazione delle molteplici possibilità di utilizzo che il compendio lagunare può offrire in questo ambito
-Asse gastronomico: mediante la illustrazione e degustazione di piatti e pietanze tipiche della laguna
-Asse della creatività: attraverso la presentazione di prodotti legati alla cultura lagunare, dalla poesia alla fotografia, dai video alla musica, dall’artigianato alle produzioni artistiche
-Asse archeologico: mediante la riscoperta e la ricostruzione virtuale di uno dei più importanti siti del neolitico del Sud Sardegna: Cuccuru Ibba.
 
VISITE GUIDATE URBANE – Conoscere la storia, per vivere il presente pensando al futuro. Visite nella città di Cagliari nei 4 quartieri storici
Il progetto nasce dal desiderio di colmare, almeno in parte, le lacune presenti in molti giovani, ma non solo riferite alla non conoscenza della città di Cagliari che da sempre ha rivestito un ruolo di centralità nella storia, nella cultura e nella economia della società sarda. Conoscere i luoghi non significa averli visti, ma significa riappropriarsi di una identità, di un “sentire comune” che oggi viene sempre meno percepito e vissuto e di cui pochi si preoccupano.
Riscoprire i luoghi, conoscere vicende e i personaggi che vi hanno vissuto permetterà ai giovani di sentirsi parte di un processo in cui anche solo emozionalmente inizieranno a sentirsi prima testimoni e successivamente protagonisti di un importante evento formativo di cui la scuola deve farsi interprete, in virtù di quella indispensabile apertura con il territorio. I gruppi saranno accompagnati da guide turistiche abilitate, formate dall’Associazione Amici di Sardegna, organizzazione no profit che è l’unica in Sardegna ad essere iscritta all’Albo generale del Volontariato della R.A.S. nei settori Cultura, Formazione permanente e Cooperazione internazionale. Nel corso delle visite, nel corso delle quali sarà fornito del materiale divulgativo, saranno utilizzate delle innovative strategie volte a suggestionare e emozionare gli alunni anche attraverso delle animazioni con dei personaggi, interpretati dalla nostra Guide che, ritornando dal passato, narrano nel presente particolari scene di vita di cui essi stessi sono stati protagonisti e che hanno avuto come contesto propri i luoghi oggetto della visita.
Le 4 visite proposte hanno una durata di circa 3 ore e partiranno a seconda del rione o da piazza Indipendenza (sotto la scalinata del Bastione per Stampace e Villanova ) o da porta Cristina (lato Viale buon cammino per Castello e Marina). Se richiesto potranno essere realizzati degli incontri di preparazione della durata di due ore che potranno essere svolti in classe, nel corso dei quali si presenteranno gli itinerari proposti e si racconterà la storia di una città sconosciuta ai più, stimolando i ragazzi sulla importanza e attualità che la conoscenza e la cultura del proprio territorio riveste nella formazione basica di ogni cittadino. Il rimborso delle spese per ogni alunno e per ogni itinerario proposto é di 3 euro. Per la realizzazione delle attività da svolgersi in aula si potrebbero organizzare in tutte le classi interessate degli incontri di una ora per quartiere con la presentazione di slides tematiche, da tenersi settimanalmente dal mese di febbraio 2014 fino a maggio 2015 (quattro incontri per classe). La programmazione proposta è la seguente:
-nel mese di gennaio/febbraio lezioni in classe e visite guidate quartiere di Castello;
-da febbraio/marzo 2015 lezioni in classe e visite guidate nel quartiere di Marina;
-da marzo/aprile lezioni in classe e visite guidate nel quartiere di Stampace;
-da fine aprile lezioni in classe e visite guidate nel quartiere di Villanova.
Tutte le attività saranno svolte da Guide turistiche abilitate e accompagnatori che nel corso delle visite interpreteranno personaggi che hanno vissuto nei quartieri storici di Cagliari, le cui gesta e vicende personali sono state tramandate fino ai nostri giorni e fra questi: Francisca Zatrillas, Giudicessa Benedetta, Eleonora d’Arborea, Brancaleone Doria, Francesco Desquivel, Canonico Giovanni Spano. Nel corso delle visite saranno realizzati dei quaderni fotografici con interviste curate dagli alunni che saranno consegnati all’Istituto nel corso di un evento da organizzare a fine anno scolastico. Per la realizzazione di questi eventi si sono resi disponibili gratuitamente le seguenti organizzazioni:
-Amici di Sardegna Ambiente, Cultura, Turismo sostenibile e cooperazione internazionale (Associazione iscritta dal 1993 al Registro regionale del volontariato), Associazione che nel 2001 ha gestito uno dei POR Sardegna (manifestazioni di elevato interesse turistico culturale) Barumini (2001): Incontri di arte e cultura. Si segnala inoltre che l’associazione ha creato numerosi eventi in laguna in collaborazione con il Consorzio Ittico di Santa Gilla, fra cui: realizzazione del Museo della laguna c/o lo stabulario a Sa Illetta (dal 1998 al 2009); Festeggiamenti in onore di San Simone 26/27/28 ottobre 1999; Primo convegno internazionale sulla pesca turismo tenutosi allo stabulario di Santa Gilla 9/10 settembre 2000; Radici nell’acqua progetto per la valorizzazione del compendio lagunare in occasione delle giornate della organizzate dal Ministero per i beni e le attività culturali e numerose visite guidate nel compendio lagunare con il coinvolgimento di diverse scuole della Sardegna. In particolare si segnala che sono stati realizzati numerosi eventi in collaborazione con tutti i comuni che si affacciano sulla laguna di Santa Gilla fra cui Radici nell’acqua Elmas, Assemini e Capoterra e Cagliari; varie campagne di pulizia, progetti di educazione ambientale, visite guidate con delle imbarcazioni, in bicicletta con degustazione di prodotto tipici.
-Cooperativa di Pesca “Su Castiau” che dal 1986 opera nella parte del compendio lagunare compreso fra i bacini Contivecchi e la laguna di Capoterra
-Amici della Laguna Associazione di volontariato Protezione Civile e di salvaguardia territoriale del compendio lagunare. Dal 2003 al 2009 ha collaborato con il Consorzio Ittico di Santa Gilla, per l’organizzazione di visite guidate e per la realizzazione del Museo della laguna
-Centro Servizi Ambiente Sardegna, Centro di coordinamento di II livello delle Associazioni volontariato che si prefigge di promuovere la conoscenza e la salvaguardia delle specificità ambientali della Sardegna
Sono altresì presenti numerosi artigiani, artisti, hobbisti che collaboreranno alla migliore riuscita delle singole iniziative
Per Info e prenotazioni contattare: Centro di Coordinamento Regionale delle Associazioni di Volontariato “Ambiente Sardegna”
Sede Regionale Via Fleming 2/A – 09126 Cagliari -Tel. 070/651884 – 3283429329 – Codice Fiscale 92111950926
Mail: csvambientesardegna@hotmail.it

Commenta!

quattro × quattro =