Partiti gli aiuti italiani per i terremotati in Iran e Iraq

Un aereo  cargo boeing 767 dell’Aeronautica militare è decollato da Pratica di Mare stivato di beni di prima necessita alla volta dei territori colpiti dal sisma con Tende “autostabili”, coperte, kit di cucina e igienico sanitari,  In tutto un carico di 15 tonnellate

redazione

E’ di  430 morti  e 7150 feriti  il numero ufficiale delle vittime del violento terremoto che ha colpito una vasta zona al confine tra Iran e Iraq, almeno centomila le persone che hanno urgente bisogno di aiuto. L’Italia ha prontamente risposto all’emergenza, dopo la promessa  fatta dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ed  è decollato l’aereo dell’Aeronautica militare con gli aiuti umanitari per le popolazioni colpite

Un aereo  cargo boeing 767 dell’Aeronautica militare è pertanto  decollato da Pratica di Mare stivato di beni di prima necessita alla volta dei territori colpiti dal sisma con Tende “autostabili”, coperte, kit di cucina e igienico sanitari,  In tutto un carico di 15 tonnellate.

L’annuncio è stato dato dal  dipartimento della Protezione Civile che si è attivato insieme  al  Ministero degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale insieme al Comando operativo di vertice interforze alle dipendenze del ministero della Difesa.  Lo scopo è contribuire all’assistenza delle popolazioni colpite dal forte terremoto in Iran e Iraq. È partito anche un team di esperti delle amministrazioni coinvolte che, attraverso il personale diplomatico italiano presente sul posto, provvederà alla consegna dei materiali alle autorità locali.

Commenta!

15 − 5 =