Primo Maggio. Mostre Autonomia aperte.

Rimarranno aperte anche nella giornata festiva del primo maggio le mostre allestite in Consiglio Regionale riguardanti i 70 anni dello Statuto Speciale Sardo.

di Annalisa Pirastu

Resteranno aperte anche nel giorno festivo del primo maggio le mostre allestite in Consiglio Regionale per le celebrazioni per i 70 anni dello Statuto Speciale della Sardegna.

Gli orai in cui i visitatori potranno accedere allo spazio espositivo, che si trova al piano terra del Palazzo di via Roma 25, sono dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20.

 

Le mostre, curate da Davide Mariani con l’allestimento firmato da Stefano Ercolani, sono state inaugurate il 26 febbraio dal presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau.

Sergio Mattarella Presidente della Repubblica è stato il primo visitatore.

La mostra storica dal titolo“Cronache dell’Autonomia 1943-1953” racconta la Sardegna nei dieci anni compresi fra la fase finale della seconda guerra mondiale, l’approvazione dello Statuto e la prima legislatura del Consiglio.

Oltre alle foto d’epoca, la mostra ripercorre i fatti principali di questo periodo storico attraverso i filmati dell’Istituto Luce e della Rai e le riproduzioni dei primi grandi reportage sulla Sardegna a firma delle principali testate nazionali ed internazionali.

La seconda esposizione, che si sviluppa intorno al modulo a spirale della scala che collega tutti  i 6 piani del palazzo, si intitola “70 anni di autonomia – Sardegna 1948-2018”. Parte dalla data della firma dello Statuto speciale fino ai giorni nostri.

L’esposizione è divisa in aree tematiche riferite a diversi momenti della vita istituzionale dell’Assemblea. E’ allestita con fotografie provenienti dall’archivio del Consiglio regionale, riordinate e catalogate per l’occasione.

Le immagini fotografiche sono affiancate da supporti multimediali che approfondiscono alcuni aspetti relativi alle sezioni tematiche.

Gli spazi espositivi sono aperti al pubblico fino al 28 maggio, dal lunedì al venerdì dalle 10.00-13.00 e dalle 17.00-19.30.

 

Commenta!

sedici + venti =