Ristoratori cagliaritani, ambasciatori della città

Ristoratori e titolari di trattorie hanno il compito di far star bene il turista trattandolo con gentilezza e lasciandogli un ricordo indelebile della città e quindi la voglia di tornare

di Sergio Atzeni

A Cagliari ci sono delle attività importanti per l’accoglienza dei turisti e per far conoscere le abitudini dei cagliaritani e dei sardi a tavola: i ristoranti e le trattorie.
È nelle trattorie del centro storico, e non solo, che chi viene a visitare Cagliari raccoglie le impressioni più importanti perché è proprio lì che il turista ha i primi contatti con le nostre abitudini culinarie ed è lì che socializza con il ristoratore e i camerieri e ottiene un quadro della città a completamento di quanto ha visto visitando i quartieri storici e quanto di bello Cagliari possa offrire.
I ristoratori sono quindi ambasciatori importanti della città e hanno il compito di far star bene il turista trattandolo quindi con gentilezza, come del resto fa la maggioranza di loro.
Due ristoranti che hanno il sapore di trattorie, intese come luoghi dove l’ospite assapora prelibatezze locali, che assolvono a questo compito in modo egregio sono “Stella Marina di Montecristo” con Giacomo in via Sardegna e “La Pola” con Damiano in via Barcellona.
Qui il turista gusta di sicuro il mangiar sano locale e la gentilezza che mettono a proprio agio e fanno venir la voglia di tornare in città. Anche tutti gli altri ristoratori/trattori quindi che operano a Cagliari assolvono a questo importante compito che è quello di contribuire a far tornare i turisti e far diventare il capoluogo della Sardegna sempre più città dell’accoglienza e turistica.

Commenta!

9 − 3 =