Sindacati bocciano il piano di riordino dell’Ufficio Scolastico Regionale

Redazione

“Il piano di riorganizzazione amministrativa dell’Ufficio Scolastico
Regionale e degli uffici degli ambiti territoriali provinciali
presentato ieri dal direttore generale non può essere la soluzione
alla grave carenza di organico”:
Lo hanno detto i sindacati dei comparti scuola, ministeri e dirigenti
scolastici evidenziando che nella pianta organica mancano
amministrativi e, soprattutto, funzionari (27 a fronte di un organico
assegnato di 69) e che ci sono territori, Sassari ad esempio, in cui
le condizioni di lavoro sono al limite del possibile.
Le organizzazioni sindacali, pur apprezzando l’impegno riorganizzativo
dell’amministrazione per garantire il servizio su tutto il territorio
regionale, manifestano forte preoccupazione all’idea che questa
proposta possa divenire la soluzione strutturale e rivendicano
l’attuazione di quanto previsto dall’ultimo decreto ministeriale per
il completamento degli organici.
Nei prossimi giorni le categorie porteranno il tema all’attenzione di
tutti i livelli sindacali e politici con l’obiettivo di un intervento
a livello ministeriale che risolva in modo definitivo il problema con
assunzioni, stabilizzazioni e mobilità intercompartimentale.

Commenta!

19 − 6 =