Trovato un cadavere di donna ad Abarossa, Santa Giusta

 

Il cadavere della donna è stato ritrovato da un pescatore si Santa Giusta nella notte. Si ipotizza che si tratti di una donna dell’Est Europa.

di Annalisa Pirastu

Il cadavere ritrovato ieri a tarda sera nella spiaggia di Abarossa a Santa Giusta, potrebbe essere quello di una donna proveniente dall’ Est Europa.

Sarebbero questi i primi i primi accertamenti operati dai carabinieri, alla scoperta del cadavere nella notte.

Un pescatore di santa Giusta ha dato l’allarme. Il corpo della donna dell’ apparente età di 50 anni, è stato notato dall’uomo. Il pescatore stava tornando verso il centro lagunare quando ha notato qualcosa sul bagnasciuga. Avvicinatosi ha appurato che si trattava di un cadavere che si trovava a poca distanza dall’acqua.

L’uomo ha allertato la Capitaneria di porto che ha dato l’allarme. Gli uomini della Guardia costiera, i carabinieri e i vigili del fuoco si sono recati sul posto.

Il cadavere non aveva alcun documento per cui l’identità della donna rimane ancora da chiarire.

Il corpo della donna è stato quindi portato.  nel corso della notte. al vicino obitorio di Oristano. su disposizione del magistrato, per svolgere le indagini del caso.

La perizia medico legale ha evidenziato che il corpo è rimasto nell’acqua solo poche ore  e ha stabilito che la donna aveva circa 50 anni, ipotizzando una probabile etnia Est europea.

Rimane il mistero dell’identità della donna perché nelle ultime 24 ore non sarebbe stata denunciata, nella zona  dell’Oristanese, nessuna scomparsa.

Le ipotesi si accavallano vista la mancanza di identificazione: potrebbe essere una passeggera di qualche nave o aver essa stessa voluto porre fine alla sua vita.

Le indagini degli inquirenti e la perizia medico legale dovrebbero sciogliere alcuni nodi legati al ritrovamento del cadavere.

 

Commenta!

diciannove + otto =