Anche quattro tratte in Sardegna nella legge sulle “Ferrovie turistiche”

La proposta di legge per istituire e valorizzare le ferrovie turistiche è stata approvata dal Senato in seconda lettura.

di Antonio Tore

 

L’aula del Senato ha approvato definitivamente la legge per la valorizzazione delle “ferrovie turistiche”.

Con la legge sono state riconosciute le caratteristiche particolari del viaggio col treno e una serie di regole specifiche riguardanti la frequenza delle partenze, modalità di gestione, la sicurezza e la programmazione degli orari.

Sono state, inoltre, individuate le prime 18 tratte di “ferrovie turistiche nazionali”. Tra di esse sono comprese le quattro linee della Sardegna: Mandas-Arbatax, Macomer-Bosa, Tempio-Palau e Isili-Sorgono, che riceveranno quindi i primi finanziamenti per le ristrutturazioni e le operazioni che permetteranno di agire in rispetto alle norme approvate.

L’onorevole Romina Mura, relatrice della proposta di legge, ora approvata, ha espresso il proprio apprezzamento per il risultato ottenuto: “Sono molto soddisfatta per il risultato raggiunto. Quando ho iniziato il percorso in qualità di relatrice, ho temuto più volte di non riuscire a raggiungere il traguardo. E invece, grazie a un efficace lavoro di squadra in Commissione Trasporti, abbiamo fatto sintesi prima alla Camera e poi al Senato. E oggi abbiamo una legge importante che rappresenta un tassello fondamentale nel percorso di valorizzazione di diversi territori del Paese”.

 

Commenta!

3 × cinque =