Ancora tafferugli nello storico quartiere della Marina

Ennesima rissa durante la movida cagliaritana tra sardi e immigrati

di Annalisa Pirastu

La Marina è movida e divertimento ma anche risse, confusione e fughe, seguite sempre più spesso da furti di oggetti personali.

Le persone coinvolte nelle risse molto spesso si allontanano dal luogo del pestaggio, lasciando magari dietro di sé cellulari, borse e altri oggetti personali che nella concitazione dimenticano o non riescono a recuperare.

Nella notte tra lunedì e martedì alcuni giovani si sono affrontati armati di bottiglie di vetro in Piazza s.  Eulalia.

Stavolta, invece, in via Baylle è avvenuta una rissa tra sardi e immigrati, dove ancora una volta sono spuntate bottiglie di vetro come potenti armi per offendere. Alcune persone sono rimaste ferite nella rissa ma non se ne conosce il numero.

All’arrivo del 118 e della Polizia si è ripetuto il copione della fuga immediata con impossibilità di fermare i colpevoli.

E’ stato individuato un giovane, coperto di sangue che però non è voluto andare al Pronto Soccorso a farsi prestare le prime cure.

La polizia e le autorità stanno ora cercando di ricostruire la dinamica di questa ennesima rissa che sta rendendo il nostro centro storico sempre meno sicuro e che sicuramente non offre un buon biglietto d’ingresso ai turisti.

 

Commenta!

cinque × quattro =