Arrestati due fratelli a Sinnai dopo un inseguimento della Polizia

Due fratelli cagliaritani, Nicola Lai, di 30 anni e Marco Lai, di 39 anni, entrambi residenti a Sinnai, sono stati arrestati dopo una operazione di pedinamento e inseguimento da parte della Squadra Mobile di Cagliari e del Commissariato di Quartu Sant’Elena

di Antonio Tore

 

Le indagini del Commissariato di Quartu Sant’Elena, condotte assieme alla Squadra Mobile di Cagliari, dopo diversi furti di auto avvenuti nelle zone di Sinnai e Quartu, hanno portato alla luce l’attività di furti d’auto e rapine svolte ciclicamente dai due pregiudicati.

È stato, quindi, predisposto il pedinamento dei due fratelli Lai. Durante la notte, i due sono stati notati a bordo di una vettura (una Fiat Punto, risultata rubata) mentre asportavano il carburante da un furgone a cui avevano praticato un foro laterale.

Dopo l’intervento degli agenti i due fratelli hanno tentato la fuga, inseguiti da un’auto della Polizia che ha bloccato l’auto dei due che, dopo aver tamponato la vettura dei poliziotti, hanno tentato la fuga a piedi.

Dopo essere stati bloccati, Marco Lai ha aggredito un agente della Squadra Mobile, tentando di sottrargli l’arma in dotazione. L’agente, comunque, è riuscito ad immobilizzare Lai.

Dalla perquisizione effettuata, i due sono stati trovati in possesso di un martelletto frangi-vetro, un cappellino in lana, un paio di guanti, una mini torcia, materiale ritenuto utile per compiere effrazioni e rapine.

I due fratelli sono stati accusati anche di ricettazione in concorso tra loro, per il furto della Punto, utilizzata per commettere i vari reati, nonché responsabili di concorso di rapina, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, danneggiamento di auto in servizio di polizia, tentata rapina dell’arma in dotazione personale di un agente.

Commenta!

dieci − 8 =