Arrestato il responsabile della rapina all’interno di un’abitazione del 29 gennaio

Si tratta di William Balestrino, che insieme a un complice  aveva  minacciato e percosso il proprietario di un’abitazione dove era   entrato spacciandosi per carabiniere.  Il bottino era stato di    210 euro, un televisore e un paio di occhiali

di Antonio Tore

Gli Investigatori della Squadra Mobile hanno arrestato per rapina aggravata,   su disposizione della Procura della Repubblica, William Balestrino, 30enne di Cagliari, pregiudicato.

L’episodio era  avvenuto la notte del  29 gennaio scorso, quando due uomini dopo aver bussato alla porta dell’abitazione della vittima ed essersi qualificati come carabinieri, entrati all’interno hanno minacciato e percosso il proprietario (23enne affetto da lieve deficit mentale). 210 euro, un televisore e un paio di occhiali era stato il frutto della rapina.

L’identificazione del Balestrino è stata possibile anche grazie alle riprese delle telecamere di videosorveglianza poste nelle immediate vicinanze dell’abitazione della vittima e dalle quali si riconosceva l’autovettura in uso allo stesso quella notte.

Circostanza questa, in netto contrasto con quanto da lui affermato, fornendo come “alibi” la giustificazione che al momento della rapina si trovasse all’interno di un locale a giocare alle slot machine e cantare. Il Balestrino è stato trovato all’interno di un Hotel e condotto al carcere di Uta.

Commenta!

9 + 20 =