Assemini: Finanziato il REIS con 180.000 euro

Stanziati dal Comune in favore delle famiglie in difficoltà economica 

 di Antonio Tore

Il REIS, il reddito di inclusione sociale. definito “Aggiudu Torrau”, in favore delle famiglie in condizione di difficoltà economica, è stato finanziato dal Comune di Assemini con poco meno di 180.000 euro.

E’ una misura importante per dare qualche risposta alle persone in forti difficoltà economiche, anche in considerazione della grave crisi occupazionale presente in tutta la Sardegna.

La Determina del Comune, con cui è stato approvato il bando, ha avuto il via libera solo dopo un lungo iter del tavolo tecnico permanente per l’emanazione delle norme di attuazione della Legge Regionale n° 18 del 18 agosto 2016 (la norma che ha istituito il REIS), che dessero le giuste risposte ai bisogni espressi dalle povertà estreme, anche quelle che, inizialmente, erano escluse.

Il REIS, condizionato allo svolgimento di un percorso di inclusione sociale attiva e personalizzato, è stabilito in un sussidio economico mensile rapportato al numero dei componenti del nucleo familiare, risultante dallo stato di famiglia e dopo le necessarie ed opportune verifiche degli uffici competenti.

Le norme prevedono che il nucleo familiare non deve ricevere trattamenti economici previdenziali, indennitari o assistenziali che superino gli 800 euro mensili, che arriva a 900 qualora nello stato di famiglia ci sia una persona non autosufficiente.

L’importo previsto va da un minimo di 200 euro a un massimo di 500, e può essere integrato alla Carta SIA (Sostegno per l’Inclusione Attiva, con un sussidio che va da 80 a 400 euro).

I nuclei familiari che hanno già presentato domanda per la Carta SIA non devono presentare istanza per ottenere il REIS, dato che il Comune procederà d’Ufficio all’eventuale ammissione al beneficio.

Le domande per accedere al REIS vanno presentate negli Uffici del Comune entro e non oltre le ore 13.00 del 12 luglio 2017.

 

Commenta!

11 + diciannove =