Cagliari: al via  Monumenti Aperti con quattro percorsi tematici

Le  visite  il 13 e 14 maggio che saranno effettuate con delle guide rappresentate da volontari, per la maggior parte alunni di oltre 150 istituti interessati dall’iniziativa

 di Antonio Tore

 E’ stato presentato al Ghetto degli Ebrei il programma della 21esima edizione di Monumenti Aperti 2017 a Cagliari, per la manifestazione di quest’anno è stato scelto lo slogan “Paesaggio – Comunità di Storie”.

Erano presenti il Sindaco di Cagliari Massimo Zedda, l’Assessore al Turismo Marzia Cilloccu, l’Assessore alla Cultura e Verde Pubblico Paolo Frau, il Presidente dell’Associazione Imago Mundi e il Dirigente del Convitto Nazionale Paolo Rossetti. Tutti gli interventi hanno posto in evidenza come sia impossibile citare i singoli luoghi aperti al pubblico, ma essi sono legati da un filo rosso che li accomuna nel segno indicato dal titolo e cioè che i siti fanno parte di un paesaggio cittadino, che diventa protagonista con la comunità di storie.

Quest’anno sono diventati 60 i Comuni della Sardegna che hanno aderito all’iniziativa e Cagliari riveste certamente il ruolo più importante con i suoi quartieri storici, ma non solo. Sono stati ipotizzati  quattro percorsi tematici, cosi identificati:

Percorso 1: Strada Reale, da piazza Yenne, lungo il Corso Vittorio Emanuele e fino a Sant’Avendrace;

Percorso 2: Strada per Pirri, di Giardini Pubblici e Villanova verso Monte Claro;

Percorso 3: Vecchia strada orientale, dal Bastione di San Remy verso San Saturnino, Is Guadazzonis e S’Arrulloni;

Percorso 4: Strada per Quartu Sant’Elena, da viale Bonaria a La Vega e Sant’Alenixedda.

All’interno di questi percorsi si trovano, in macro aree di prossimità, vari monumenti visitabili dai cittadini di Cagliari.

Tutte le visite saranno effettuate con delle guide rappresentate da volontari, per la maggior parte alunni di oltre 150 istituti interessati dall’iniziativa. Massimo Zedda, Marzia Cilloccu e Paolo Frau hanno ricordato come la città di Cagliari abbia avuto riconoscimenti internazionali per la scelta di turismo sostenibile i cui effetti sono visibili a tutti. L’Orto dei Cappuccini, Castello, le strade della Marina sono alcune delle mete preferite dai turisti che, ormai, fanno della città un punto fermo nella scelte turistiche e non più un luogo solamente di passaggio per le spiagge più ricercate.

Anche il turismo che arriva con le navi da crociera, è ormai un punto fermo nella programmazione delle manifestazioni culturali e delle offerte enogastronomiche. Concludendo la presentazione, il Presidente di Imago Mundi ha evidenziato come i costi che si sostengono per la manifestazione siano assolutamente in linea con le programmazioni ed i costi stessi sono abbattuti dalla partecipazione attiva dei commercianti e ristoratori della città di Cagliari attraverso l’inserimento di pubblicità nei diversi depliant illustrativi.

Per vedere i siti visitabile si può consultare il sito ufficiale di “Monumenti Aperti”.

 

 

Commenta!

quattordici + 6 =