Cagliari: Bastione di Saint Remy ultimo atto, tra alcuni giorni via le transenne

I lavori al Bastione di San Remy procedono alacremente, nella speranza che i tempi di conclusione dei lavori siano rispettati, infatti come annunciato dovrebbe riaprire il 28 aprile prossimo

di Antonio Tore

Alcuni operai stanno completando le opere di rifacimento della pavimentazione e delle balaustre, mentre altri stanno terminando la posa in opera delle lastre in plexiglass che sono state già posizionate fino all’angolo del monumento con il viale Regina Elena.

Tali lastre, come si ricorderà, sono state oggetto di animate discussioni in quanto, secondo alcune opinioni, modificherebbero il prospetto dell’opera. Le opinioni a difesa dell’utilità delle lastre, portano la tesi della sicurezza delle persone che frequentano il Bastione e che, con tale riparo, sarebbero più protette ed eviterebbero cadute involontarie.
I cittadini, comunque, non potranno ancora usufruire di alcuni ambienti che fanno parte integrante del Bastione.

La salita che parte dalla piazza Costituzione è ancora recintata e quindi chiusa, come pure la Passeggiata coperta, per la quale era stato dichiarato dal Comune la soluzione dei problemi di infiltrazione delle acque dal pavimento soprastante.
Resta, ugualmente, ancora chiuso il bastione di Santa Caterina, con i relativi scavi nell’area di rinvenimenti di resti romani, nel cui perimetro crescono rigogliose piante e giacciono cumuli di pietre e terra che, certo non danno uno spettacolo decoroso agli occhi degli innumerevoli turisti (crocieristi e non) che ogni giorno si avventurano nella salita fino al Bastione.
I cagliaritani sperano che, una volta completati i lavori in corso, si metta mano anche alle parti restanti del Bastione per restituire il monumento ottocentesco alla città e ai turisti quanto prima.

Commenta!

cinque − 1 =