Cagliari: inseguimento nella notte

 

di Annalisa Pirastu

E’ lunga la lista delle accuse mosse a Giorgio Perra di Quartu S’ Elena ; resistenza a pubblico ufficiale, porto di armi o oggetti atti a offendere, danneggiamento, guida in stato di ebbrezza, mancanza di assicurazione auto, guida pericolosa. L’uomo già noto alle forse dell’ordine è stato tratto in arresto.

I militari di San Bartolomeo hanno notato un’auto che, poco dopo la mezzanotte e mezza, imboccava la rotatoria  tra viale Sant’Elia e viale Ferrara, in senso contrario.

Alla guida della vettura si trovava Perra  che accortosi della pattuglia, ha cercato di dileguarsi. L’uomo non è riuscito a scappare e facendo manovra  ha speronato la macchina di servizio dei militari che in quel momento stavano scendendo dall’auto. La Renault Laguna di Perra ha tamponato l’auto dei militari nella fiancata sinistra ma gli uomini della pattuglia  riusciti a mettersi in salvo per tempo.

Dopo il tamponamento Perra ha dato gas ed ha cercato di fuggire, facendo scattare l’inseguimento. La corsa della Renault Laguna di Perra è finita contro un muro.

A quel punto i militari hanno bloccato il guidatore e hanno proceduto alla perquisizione. L’uomo era in possesso di due coltelli a serramanico lunghi 17 e 22 centimetri e una pistola giocattolo, nascosta sotto il sedile anteriore passeggero.

L’auto di Perra inoltre non aveva l’assicurazione e non aveva effettuato la revisione. I militari hanno proceduto al sequestro della vettura. A Perra pare sia stato attribuito un tasso alcolemico molto elevato.

Il 118 ha trasportato l’uomo  all’ospedale Marino dove è stato dimesso con prognosi a due giorni. Perra verrà sottoposto al rito per direttissima.

Commenta!

venti − 3 =