Cagliari: La città dei  tanti mercatini, con qualche disagio per i residenti

Molte  piazze e strade cittadine  sono animate dai caratteristici mercatini all’aperto che a Cagliari sono ormai una presenza stabile e numerosa.  Ma i residenti in quelle  zone lamentano  dei disagi e invocano dei controlli e dei regolamenti per il loro diritto  a stare tranquilli

 di Annalisa Pirastu

Ogni domenica mattina, ma non solo, molte  piazze e strade cittadine, sono animate dai caratteristici mercatini all’aperto che a Cagliari sono ormai una presenza stabile e numerosa. Sono facilmente raggiungibili attraverso un itinerario che, partendo dal centro città conduce al lungomare.

Appuntamento fisso per molti cagliaritani che amano passare la domenica mattina a frugare tra oggetti di antiquariato o fare acquisti, a poco prezzo per la casa e l’abbigliamento. Una tipica domenica di sole Cagliaritana, vede numerose persone aggirarsi in modo rilassato tra le bancarelle. Non c’è che l’imbarazzo della scelta per portare a casa oggetti utili o semplicemente esteticamente gradevoli. I mercatini all’aperto inoltre spesso uniscono l’utile al dilettevole, offrendo anche frutta e verdura, magari di piccoli coltivatori, che in questo modo vendono direttamente al consumatore.

Il Mercatino delle Pulci di Piazza Trento è certamente il più conosciuto ed apprezzato ed è un  appuntamento fisso da anni in  Piazza Trento, nel parcheggio del Palazzo della Regione.
Vi si trovano oggetti usati e da collezionismo, ogni domenica mattina. Il mercatino è diventato cosi popolare  che viale Trento viene occupata anche ben al di fuori del parcheggio, con tappetini ed espositori che si snodano  lungo tutta la via.

Gli ambulanti spesso stazionano la notte lungo la via, dormendo nei camioncini, per potersi assicurare un posto dove esibire la loro merce non appena la città si risveglia. Certo i residenti non sono felici di questa situazione e affrontano disagi ogni settimana. Alcuni lamentano di non poter letteralmente uscire dalla propria abitazione perché sbarrata da tanti ambulanti e dalle loro merci. Senza parlare della situazione igienica e dei rifiuti che ogni  settimana vengono abbandonati nella zona. Anche dalla parte di viale Trieste si posizionano  i venditori di frutta e verdura che, con i loro prodotti spesso coltivati direttamente, invogliano i Cagliaritani a portare a casa non più il tradizionale vassoietto di paste ma della succosa frutta fresca.

 Cagliari Antiquaria si chiama il mercatino di dimensioni più ridotte rispetto che si svolge in Piazza del Carmine Ogni domenica mattina del mese, tranne la terza. E un mercatino all’aperto di antiquariato, artigianato ed oggettistica varia dove i prezzi che ci si può aspettare sono leggermente più alti visto il livello più elevato delle esposizioni. Mobili e mobiletti antichi, pizzi trine, bambole di porcellana, specchi bigiotteria antica  e altri oggetti per intenditori.

Il Mercatino di Sant’Elia si svolge nella via dei Navigatori nel quartiere omonimo, allungandosi oltre il Lazzareto. Vi si vende pesce fresco direttamente dai pescatori , frutta e verdura, generi alimentari  come culurgiones fatti in casa, pane casalingo ma anche abbigliamento ed oggettistica. Si svolge ogni domenica mattina.

 Il Mercatino ViviCastello si svolge ai piedi del  Bastione Saint Remy. E’ un Mercatino all’aperto di artigianato artistico, pittura, fotografia, collezionismo che accontenta una nicchia di utenti più appassionati di arte e piccoli oggetti esteticamente gradevoli. Ogni domenica mattina.

Ci sono anche due mercatini spontanei che nascono forse dalla necessità di liberarsi di alcuni oggetti anche di uso comune, per la soddisfazione di utenti e i venditori . Il Mercatino di via Po proprio davanti al canile comunale, dove si può trovare un po’ di tutto, come piccoli pezzi di ricambio, chiavi inglesi e oggetti di seconda mano. Anche questo mercatino tende ad allargarsi sempre di più fino ad arrivare  in Viale Elmas. Ogni domenica mattina.

Il Mercatino di Piazza San Michele invece, anch’esso spontaneo, vede una serie di venditori che si posizionano sui marciapiedi di fronte alla chiesa di San Michele e vendono oggetti e abbigliamento usato. Questo mercatino è giornaliero ma sembra essere circoscritto, ed attirare solo gli abitanti del quartiere.

 

 

 

Commenta!

diciannove + quattro =