Cagliari: prima pubblicazione statistica sulla Città Metropolitana

La presentazione storica, dall’anno 2012 e per qualche tabella dall’anno 2011, permette di effettuare confronti temporali e di analizzare sia le principali caratteristiche strutturali della popolazione alla data di riferimento che i cambiamenti in corso nella composizione della popolazione e le tendenze demografiche in atto nei singoli comuni

di Siro Zani

E’ stata predisposta dal Servizio Innovazione Tecnologica e Sistemi Informatici una nuova pubblicazione statistica che descrive la composizione e il trend della popolazione residente nella Città Metropolitana di Cagliari, seguendo la traccia delle altre pubblicazioni annuali.

Questa pubblicazione risponde alle seguenti regole:

  • fonte dati certificata e coerente – per tutti i comuni la fonte dati è l’ISTAT
  • futuro aggiornamento periodico, certo e di ‘qualità’
  • rappresentazione chiara e leggibile – tabelle e grafi territoriali.

La città metropolitana di Cagliari è stata istituita ai sensi della legge Regionale n. 2 del 4 febbraio 2016, ha sede istituzionale a Cagliari e il sindaco metropolitano è il sindaco di Cagliari Massimo Zedda. Essa è costituita, oltre che dal Comune di Cagliari, da sedici comuni con i territori adiacenti o facenti parte dell’hinterland ed aventi con il comune capoluogo rapporti di stretta integrazione territoriale, economica, civile e sociale.

I diciassette Comuni sono: Assemini, Cagliari, Capoterra, Elmas, Monserrato, Quartu Sant’Elena, Quartucciu, Selargius, Sestu, Decimomannu, Maracalagonis, Pula, Sarroch, Settimo San Pietro, Sinnai, Villa San Pietro, Uta.

L’Area metropolitana comprende in totale 431.430 residenti, di cui stranieri 14.242; cioè, rispettivamente, il 26,09% ed il 28,29% dei residenti dell’intera regione Sardegna.

La presentazione storica, dall’anno 2012 e per qualche tabella dall’anno 2011, permette di effettuare confronti temporali e di analizzare sia le principali caratteristiche strutturali della popolazione alla data di riferimento che i cambiamenti in corso nella composizione della popolazione e le tendenze demografiche in atto nei singoli comuni.

Il volume è diviso in tre capitoli: nel primo sono presentati i dati riferiti alla totalità dei residenti; le tabelle presentano i diciassette Comuni in ordine alfabetico, uno per ogni riga e con l’ultima riga del totale denominata come “Area metropolitana”.

Per alcuni indicatori è pubblicato un grafo territoriale, riferito al 2016, l’ultimo anno disponibile, dove con valori più intensi sono indicati i Comuni che presentano valori più elevati del fenomeno preso in esame.

Nel secondo capitolo, che ripete l’organizzazione del primo, sono presentati i dati demografici riferiti alla sola popolazione straniera, tuttavia alcune tavole sono state omesse poiché l’esiguità dei dati non ha consentito una loro rappresentazione significativa.

Nel terzo capitolo sono presentate le schede di sintesi, una per ogni comune, con indicati i dati salienti e la loro incidenza sull’intera Area metropolitana.

La fonte dei dati, sia demografici sia di definizione dei confini territoriali di ogni Comune, è il sito dell’ISTAT.

 

Commenta!

uno × 3 =