Il Cagliari resiste 20 minuti al Napoli

Un’altra sconfitta casalinga, unita alle vittorie di Spal e Verona, riporta la paura di essere risucchiati nella zona retrocessione della squadra rossoblù

di Antonio Tore 

Lopez aveva pensato di poter contrastare la capolista con pressing a centrocampo, ma ha disposto la squadra in modo poco “coperta”, lasciando nella zona centrale i soli Barella e Padoin, poco supportati da Faragò, impegnato a contenere in qualche modo Insigne e Hamsik e il greco Lycogiannis, a sua volta impegnato contro Callejon.

La differenza avrebbe potuto e dovuta farla Joao Pedro, ma, come gli è capitato spesso in questo campionato, il suo apporto è stato sotto la sufficienza: ha coperto poco il centrocampo e non ha assistito con assiduità le due punte, limitandosi a girovagare in campo senza influire sul gioco della squadra rossoblù.

Eppure il Cagliari non aveva demeritato nella fasi iniziali, rendendosi anche pericoloso grazie ad alcune discese sulla fascia destra di Faragò, con cross per Pavoletti, le cui conclusioni, comunque, non hanno impensierito Reina, sempre pronto e reattivo. Una nota lieta, almeno finchè la squadra l’ha sostenuto, è stata costituita dal nordcoreano Han, che, in alcune occasioni, grazie alla sua velocità, ha impensierito e superato Koulibaly.

Certamente non era da questa partita che ci si aspettava punti, ma la situazione sembra volgere al pericolo. La squadra sembra non aver ancora una propria fisionomia e personalità e le scelte di Lopez non sempre sono sembrate azzeccate.

Il campionato non concede tregue. I rossoblù sono attesi a Genoa (sponda rossoblù), poi gara interna con la lanciata Lazio, e Benevento fuori casa, questa una gara fondamentale nella lotta la salvezza e, dopo la parentesi interna col Torino, altro spareggio a Verona.

In queste cinque partite il Cagliari dovrà dimostrare di meritare la serie A: disposizione tattica, cuore, grinta e attenzione per 90 minuti sono le qualità necessarie per conquistare la salvezza che, bisogna dirlo, è comunque alla portata dei rossoblù.

Commenta!

cinque × quattro =