Cagliari: Segnano un +0,1% i prezzi al consumo a febbraio

Un  aumento rispetto all’indice del mese precedente (gennaio) in cui non si era registrata alcuna variazione. L’indice tendenziale ha segnato una variazione del +0,8%, in diminuzione rispetto al +0,9% registrato nel mese di gennaio.

redazione

A Cagliari, nel mese di febbraio 2018, l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività, per la parte congiunturale, ha segnato una variazione del +0,1%, in aumento rispetto all’indice del mese precedente in cui non si era registrata alcuna variazione. L’indice tendenziale ha segnato una variazione del +0,8%, in diminuzione rispetto al +0,9% registrato nel mese di gennaio.

 Principali variazioni per divisione a FEBBRAIO 2018

Prodotti alimentari e bevande analcoliche. La divisione in esame, questo mese, registra una variazione congiunturale del -0,7%, nel mese precedente si era avuta una variazione del +1,0%. L’indice tendenziale, che non registra alcuna variazione, risulta essere in diminuzione anche esso rispetto al +1,4% del mese precedente. In aumento non si segnalano variazioni significative. In diminuzione si segnala una sola variazione significativa nella classe “Vegetali” -5,8%.

 Bevande alcoliche e tabacchi. L’indice della divisione, nel mese di febbraio, non registra alcuna variazione congiunturale, in diminuzione rispetto al mese precedente in cui si era avuta una variazione del +0,4%. L’indice tendenziale registra una variazione del +0,9%, in aumento rispetto al mese di gennaio quando lo stesso indice aveva avuto una variazione del +0,7%. Tra le singole classi in aumento come in diminuzione non si segnalano variazioni significative.

 Abbigliamento e calzature. Per questa divisione, questo mese, l’indice non ha alcuna variazione congiunturale, in aumento rispetto al mese precedente, quando lo stesso indice aveva avuto una variazione del -0,1%. L’indice tendenziale registra una variazione del -1,0%, in aumento anche esso rispetto al -1,3% registrato nel mese precedente. Tra le singole classi in aumento come in diminuzione non si segnalano variazioni.

 Abitazione, acqua, elettricità e combustibili. Nella divisione in oggetto, questo mese, si è avuta una variazione congiunturale del +0,1%, in diminuzione rispetto al mese di gennaio, nel quale si era registrata una variazione del +0,9%. L’indice tendenziale che segna +4,7%, risulta essere in diminuzione anche esso rispetto al +4,9% del mese precedente. Nello specifico, in aumento si segnalano variazioni significative su “Servizi per la riparazione e manutenzione della casa” +1,4% e “Prodotti per la riparazione e la manutenzione della casa” +1,3%. In diminuzione si segnala una sola variazione significativa nella classe “Gasolio per riscaldamento” -3,2%

Mobili, articoli e servizi per la casa. In questa divisione, nel mese corrente, si segnala una variazione congiunturale del +0,2%, nel mese precedente lo stesso indice non aveva avuto alcuna variazione. L’indice tendenziale che segna +0,5% risulta essere in aumento anche esso rispetto al +0,3% del mese di gennaio. Tra le classi, in aumento si registra una sola variazione significativa su “Riparazione di mobili, arredi e rivestimenti per pavimenti” +2,0%. In diminuzione non si segnalano variazioni significative.

 Servizi sanitari e spese per la salute. L’indice congiunturale della divisione questo mese registra una variazione del +0,2%, in controtendenza rispetto al mese precedente quando lo stesso indice aveva avuto una variazione del -0,4%. L’indice tendenziale registra una variazione del -0,8%, in aumento anche esso rispetto al -0,9% del mese di gennaio. Tra le singole classi, in aumento si segnala una sola variazione significativa nella classe  Servizi paramedici” +1,0%. In diminuzione non si segnalano variazioni.

 Trasporti. Il tasso congiunturale della divisione a febbraio segna +1,2%, in controtendenza rispetto al -1,8% registrato nel mese precedente. L’indice tendenziale ha una variazione del +2,0%, che risulta essere in aumento anche esso rispetto al +1,7% del mese precedente. Nelle singole classi, in aumento si registra una sola variazione significativa su “Trasporto aereo passeggeri” +15,1%. In diminuzione non si segnalano variazioni significative.

 Comunicazioni. In questa divisione, nel mese di febbraio, si registra una variazione congiunturale del -0,4%, in controtendenza rispetto al mese precedente, quando si era registrata una variazione del +0,4%. L’indice tendenziale registra una variazione del -0,5%, in diminuzione anche esso rispetto al -0,1% del mese di gennaio. Tra le singole classi, in aumento non si segnalano variazioni significative. In diminuzione si segnala una sola variazione significativa nella classe “Apparecchi telefonici e telefax” -5,4%.

 Ricreazione, spettacoli e cultura. Il tasso congiunturale della divisione a febbraio registra una variazione del -0,1%, in controtendenza rispetto al mese precedente quando lo stesso indice aveva segnato una variazione del +0,5%. L’indice tendenziale ha una variazione del +1,2%, in diminuzione anche esso rispetto al +1,6% del mese precedente. Nello specifico, in aumento c’è da segnalare una sola variazione significativa nella classe “Pacchetti vacanza” +1,6%. In diminuzione si segnalano variazioni significative nelle classi “Servizi ricreativi e sportivi” -3,6% e “Apparecchi per il trattamento dell’informazione” -2,1%.

 Istruzione. Questo mese, in questa divisione, non si registra alcuna variazione congiunturale, così come nel mese precedente. L’indice tendenziale è pari al -19,5%, anche esso con lo stesso valore del mese precedente. Nello specifico, in aumento come in diminuzione non si registrano variazioni.

 Servizi ricettivi e di ristorazione. Il tasso congiunturale della divisione a febbraio, che non registra alcuna variazione, risulta essere in aumento rispetto al mese precedente in cui si era registrata una variazione del -0,2%. L’indice tendenziale segna una variazione del +1,2%, in aumento anche esso rispetto al +1,1% del mese precedente. Nello specifico, in aumento non si segnalano variazioni significative. In diminuzione c’è da segnalare una sola variazione significativa nella classe “Servizi di alloggio” -1,8%.

 Altri beni e servizi. In questa divisione, questo mese, l’indice congiunturale registra una variazione del +0,1%, nel mese precedente si era avuta una variazione del +0,5%. L’indice tendenziale ha una variazione del +1,2%, in aumento rispetto al mese precedente, quando lo stesso indice aveva avuto una variazione del +1,0%. Tra, le singole classi, in aumento come in diminuzione non si segnalano variazioni significative.

 

Commenta!

12 + 3 =