Cagliari: topo d’auto arrestato in via Porcell all’una di notte.

A insospettire la pattuglia di ronda è stata la posizione dell’auto Peugeot e il finestrino del guidatore spaccato da una pietra, ancora tra i frammenti di vetro a terra.

di Annalisa Pirastu

Piegato sotto il volante dell’auto cercava di connettere i cavi per far partire l’auto senza mettere le chiavi. Insospettiti dall’uomo e dal suo atteggiamento gli agenti della Polizia Municipale lo hanno fermato e interrogato.

La situazione è apparsa subito chiara agli agenti che hanno arrestato il quarantunenne di nazionalità algerina, Merhadi Kader. Era quasi l’una di notte quando l’uomo è stato avvistato dentro l’auto in via Porcell, traversa della centrale via Roma.

La Peugeot era messa di traverso nella strada e questa anomalia non è sfuggita alla pattuglia, mentre stava eseguendo i controlli di routine serali nella zona della Marina.

Dopo essersi avvicinati gli agenti hanno appunto notato l’uomo indaffarato a manovrare i cavi nel tentativo di accendere l’auto per impadronirsene. Il segnale più evidente di ciò che stava succedendo era il finestrino lato guida, sfondato con una grossa pietra rinvenuta vicino alla macchina tra i frammenti di vetro.

L’uomo è stato fermato e identificato e l’auto è stato restituita alla proprietaria, una donna di Quartucciu.

 

Commenta!

9 − 5 =