Elezioni: Sinistra Italiana, “Non percepito il disagio della società sarda”

La Direzione regionale di Sinistra Italiana si è riunita mercoledì 7 marzo a Tramatza per analizzare il risultato elettorale del 4 marzo

redazione

Proseguono le analisi dei vari partiti e schieramenti dopo che qualcuno ha riportato un  esito disastroso come nel caso di Sinistra italiana che ha cercato di capire i motivi della debacle.

Di seguito il comunicato inviato da Sinistra Italiana:

“L’esito deludente rispetto alle attese dimostra come le liste di Liberi e Uguali non siano state percepite in grado di intercettare il disagio e la protesta di una grande parte della società italiana e sarda, quella più debole e maggiormente colpita dalla crisi economica e dalle ricette liberiste utilizzate per risolverla, che hanno accresciuto le disuguaglianze e prodotto un trasferimento di risorse dai ceti più poveri a quelli più ricchi.

Il risultato negativo non fa tuttavia venir meno l’esigenza di costruire un soggetto politico unitario capace di proseguire con coerenza la lotta contro il liberismo sfrenato espresso oggi dal prevalere della speculazione finanziaria sull’economia e dei grandi gruppi economici nazionali e multinazionali sulla politica.

La costruzione del soggetto unitario dovrà perciò proseguire da subito: la Direzione regionale ha dato mandato al segretario e alla segreteria di invitare gli altri soggetti costituenti alla formazione di un coordinamento regionale e delle sue articolazioni provinciali, con il compito di coordinare l’attività delle strutture territoriali ai rispettivi livelli (superando la ripetizioni di un inefficace assemblearismo) e di promuovere al più presto una conferenza programmatica per approfondire gli obiettivi da perseguire nell’azione politica regionale e nazionale”

Commenta!

18 − tre =